[df-subtitle]Stasera Lazio – Inter chiuderà la decima giornata di Serie A. La Gazzetta dello Sport ha intervistato un grande doppio ex come Hernanes.[/df-subtitle]

Queste le sue parole trascritte da tuttojuve.com:

“Niente tifo, me la godrò da spettatore. Vinca il migliore. Ho più affetto per i biancocelesti, lì diedi il meglio. All’Inter chiusi in crescendo. L’ultimo periodo da numero 10 andò alla grande con Mancini in panchina: fu il motivo che spinse la Juventus a scegliermi. Anche a Torino raramente giocai nel mio ruolo? Feci poche gare dietro le punte, ma mi trovai bene con tutti. Scudetto e Coppa Italia vinti: fu un’esperienza importante. Qualche rammarico? Solo il ruolo. Le mie qualità migliori sono dribbling e tiro, difficile essere decisivo lontano dalla porta. Il miglior Hernanes è quello di Roma”.

“Stasera match spettacolare. La Lazio gioca in casa e vorrà prendersi la rivincita dopo il k.o. di maggio, l’Inter deve ripartire dopo Barcellona. Entrambe stanno facendo bene, possono deciderla i giocatori di valore”.

“Milinkovic-Savic e Brozovic:? Forti e per certi versi simili. Sergej è completo: fisico, tecnico, bravo di testa, fa gol e serve assist. Marcelo ha meno “chili” ma più visione di gioco. E pure lui segna e fa segnare”.

“L’Inter può lottare per il titolo? La rosa è forte, ma la Juve è di un altro livello. Dipenderà anche dall’Europa, magari Spalletti rosicchierà qualcosa…. La Juve è tra le favorite in Champions: c’è maggior convinzione e un Ronaldo che porta tanto in termini tecnici e di personalità, ma occhio alle altre”.

Articolo precedenteDe Paul: “Voglio la Nazionale. Contro il Genoa il miglior secondo tempo della stagione”
Articolo successivoGianni Mura: “Ronaldo stakanovista del pallone. Perché in Campionato non c’è la stessa Juve di Champions?”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui