Nel suo curriculum possiamo trovare il Guanto d’Oro vinto nel 2013, quando fu eletto miglior portiere nel Mondiale Sub 20 disputatosi in Turchia e vinto dalla Francia. Stiamo parlando di Guillermo de Amores, estremo difensore uruguayano in forza al Deportivo Cali.

Con il contratto in scadenza il prossimo dicembre, de Amores sta aspettando la chiamata giusta per dare una svolta alla sua carriera.

Il suo sogno è quello di continuare a vestire la maglia della Celeste, che è riuscito a difendere fino alla Sub 20 e ai Giochi Panamericani vinti nel 2015 a Toronto; avendo il doppio passaporto – possiede anche quello italiano – il suo possibile arrivo in Europa non sarebbe pregiudicato dallo status di extracomunitario.

EuropaCalcio.it ha raggiunto in esclusiva Guillermo de Amores, che in esclusiva ai nostri microfoni ha trattato i seguenti argomenti.

Che voto dai alla tua stagione?

“E’ andato tutto per il verso giusto, ho giocato con continuità; sono soddisfatto ma non è abbastanza, voglio continuare a lavorare e crescere”.

Come stai affrontando la pandemia da Coronavirus?

“Tutta questa situazione che stiamo vivendo è molto particolare per tutto il mondo. Credo che a poco a poco con i vaccini la situazione sia migliorata, ma bisogna continuare con le precauzioni“.

Qual è la tua situazione contrattuale?

“Ho un contratto fino a dicembre di quest’anno con il Deportivo Cali“.de amores 1

Possiedi il passaporto comunitario. Ti sono già arrivate proposte dall’Europa?

“Sì, posseggo il passaporto italiano. Al momento non è arrivata alcuna offerta ufficiale”.

Sembra che la Roma in vista della prossima stagione voglia fare a meno sia di Pau Lopez che di Mirante. Saresti pronto per un’esperienza così importante?

“Non sono a conoscenza di questa situazione; se dovesse arrivare l’occasione per un trasferimento alla Roma ne sarei felice, è un club molto grande. Mi piacerebbe giocare in Europa”.

Chi è il calciatore più forte con il quale ti sei allenato?

“Mi sono allenato con grandi giocatori e questo mi ha aiutato ad imparare a crescere sia sotto il profilo tecnico che tattico”.

A quale portiere ti ispiri?

“Ter Stegen, Lloris, Oblak sono i miei punti di riferimento”.

Qual è il tuo sogno?

“Il mio sogno è indossare la maglia della Nazionale uruguayana”.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione dell’articolo è consentita previa citazione della fonte EUROPACALCIO.IT

 

Articolo precedenteDaniel Rivillo, l’agente: “Pronto per l’Europa, sondaggi dalla Spagna” – ESCLUSIVA EC
Articolo successivoTottenham-Conte: proseguono i contatti. La situazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui