L’ex allenatore di Roma e Shakhtar Donetsk Paulo Fonseca ha commentato la situazione della guerra in Ucraina, dove il tecnico portoghese si trova attualmente con la famiglia.

GUERRA UCRAINA, FONSECA: “GIORNO PEGGIORE DELLA MIA VITA, SPERO NON CADANO ALTRE BOMBE”

Ecco le parole di Fonseca da Kiev a Jornal de Noticias“Mi sono svegliato alle cinque del mattino con cinque esplosioni di seguito. Avevo un volo in programma per oggi, ma ora è impossibile uscire da qui, perché gli aeroporti sono già distrutti e lo spazio aereo è stato chiuso. Farlo via terra? Le strade sono completamente ferme, perché è impossibile spostarsi con così tante macchine. Le code sono enormi, i supermercati sono stati presi d’assalto e non c’è più molto. La benzina ad esempio è terminata. Non ci resta che pregare che non cada un’altra bomba su di noi. Sinceramente non so come uscirò da qui. E’ il giorno peggiore della mia vita”.

 

LEGGI ANCHE:

Articolo precedenteRibery: “Importante la passione, poi vediamo. Champions, Vlahovic…”
Articolo successivoLa Lazio pareggia col Porto e dice addio all’Europa League

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui