Albert Gudmundsson, gioiello del Genoa e uomo mercato, verrà chiamato in Tribunale per rispondere di un gravissimo reato in Islanda

La controversa vicenda, risalente a un’estate fa, sembrava potersi ritenere chiusa, con il caso archiviato non più di due mesi. Esprimersi all’imperfetto, nonostante i fatti siano recenti, tuttavia, potrebbe risultare un buon viatico per descrivere una vicenda che vede coinvolto Albert Gudmundsson, attaccante del Genoa e rivelazione di questa stagione, il quale dovrà comparire in Tribunale per sventare l’ipotesi di finire in carcere.

Il ricorso di una ragazza islandese, che aveva conosciuto il calciatore in un pub in Islanda, terra natale di Gudmundsson, riguardo una violenza sessuale subita quella stessa sera, ha riaperto un caso che metterebbe a serio rischio la libertà del ventisettenne attaccante. In Islanda, se accertate, la pena di stupro viene punita con la reclusione per un periodo intercorso tra 12 mesi e 16 anni: un grattacapo che potrebbe ritorcersi sul calciomercato e, in generale, sulla carriera stessa dell’attaccante.

La legge islandese, stando a quanto riportato dal quotidiano Fanpage, si esprime in questi termini (art. 94 Codice penale) in casi simili a quelli per i quali dovrà rispondere Gudmundsson: “Chiunque ha rapporti o altri rapporti sessuali con una persona senza il suo consenso è colpevole di stupro ed è punito con la reclusione da un minimo di 1 anno a un massimo di 16 anni”.

Oltre all’articolo: “Gudmundsson, che guaio: dovrà comparire in Tribunale per evitare il carcere”, leggi anche:

  1. Mercato Milan, Ouèdraogo sfuma: per la mediana, l’idea sempre in auge è Fofana
  2. Maignan, lo scettro da leader e il rinnovo contrattuale: un’estate da Magic
  3. Conceiçao lascia il Porto
  4. L’Udinese si salva, Cannavaro compie il miracolo
  5. Fonseca nuovo tecnico del Milan, trattativa in chiusura: manca solo la firma
  6. Verona, Sogliano: “Ritorno grande soddisfazione, uniti nelle difficoltà. Baroni, Ngonge, il mercato belga e olandese…”
Articolo precedenteLazio, vicina la cessione di Guendouzi: c’è l’Aston Villa
Articolo successivoLazio, la rinascita di Kamada passa da Tudor: rinnovo annuale a un passo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui