#GUARDIOLADAY – Si avvicina il giorno dell’ufficialità di Guardiola alla Juventus. Secondo quanto raccolto in esclusiva dalla redazione di EuropaCalcio.it, lunedì 17 giugno, a borsa chiusa, potrebbe esserci l’annuncio di Pep come nuovo allenatore del club bianconero. Non escludiamo, però, che la time limit potrebbe protrarsi fino a mercoledì.

La prossima settimana, infatti, potrebbe essere decisiva per molti affari di mercato. Non solo Guardiola alla Juventus, ma anche altre società (come Napoli e Inter) potrebbero ufficializzare i primi colpi.

MERCATO JUVENTUS – Bolle tanto in pentola in casa Juventus. Nei giorni scorsi Ramadani ha avuto dei colloqui con Paratici per questioni di mercato, e non per parlare di Sarri. Come ben sappiamo, colui che cura gli interessi dell’attuale tecnico del Chelsea è Alessandro Pellegrini.

Tra l’altro, Frank Lampard, indicato come possibile sostituto di Maurizio Sarri al Chelsea, è prossimo al rinnovo con il Derby County. A questo punto, sembrerebbe scontata la permanenza dell’ex allenatore del Napoli sulla panchina dei Blues.

Dicevamo: Ramadani in sede Juve per discutere del rinnovo di Pjanic, del possibile approdo di Chiesa in bianconero e della situazione relativa a Koulibaly, in orbita Juventus da tempo.

#GUARDIOLADAY – Paratici in primis e Ramadani in segundis hanno agito da cosiddetti “Cavalli di Troia”. I riflettori erano tutti puntati su di loro quando, invece, a trattare Guardiola alla Juventus ci ha pensato il presidente Andrea Agnelli.

Il numero 1 bianconero, infatti, sarebbe riuscito a convincere lo sceicco Mansour a liberare il buon Pep. Gli interessi tra i due presidenti riguarderebbero soprattutto questioni economiche. Con la benedizione dall’alto del buon Gianni, zio di Andrea.

JUVENTUS BRAND – La Juventus deve essere vista come un brand e non più come una semplice società di calcio. Il nuovo logo, lo stadio, la quotazione in borsa. Sono tutti fattori che accrescono l’appeal Juventus, che al pari di Real Madrid e Barcellona, solo per citarne alcune, vuole lasciare il proprio marchio in giro per il mondo. E non solo come squadra di calcio.

SOSTITUTO GUARDIOLA – Il maggiore indicato come successore di Guardiola sulla panchina del City è Mauricio Pochettino, ma nelle ultime ore ha preso quota l’ipotesi Erik Ten Hag, che tanto bene ha fatto alla guida dell’Ajax nella stagione appena terminata.

Articolo precedenteItalia Di Biagio: “Conosciamo la forza e le qualità della Spagna ma abbiamo un obiettivo”
Articolo successivoMercato Lazio, il PSG torna alla carica per Milinkovic-Savic

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui