GROSSO – Fabio Grosso è stato l’ospite nel pomeriggio di #CasaSkySport. Queste le sue dichiarazioni principali, partendo dai ricordi del Mondiale 2006:

Sono passati tanti anni ma una cavalcata stupenda, emozioni grandissime che nessuno di noi dimenticherà mai. Una soddisfazione enorme, grazie al mister siamo stati in grado di costruire qualcosa in più della squadra che aveva grandissimi campioni. Eravamo in un ritiro dove condividevamo tanti spazi e tanti tempi, vedevamo anche i post partita con i commenti su di noi. Rivedendo la cavalcata, la difficoltà di ogni singola gara è enorme, si è visto anche nel nostro percorso. Piano piano, agevolati anche dalle coincidenze, siamo stati in grado di arrivare fino in fondo, portando a casa un risultato pazzesco“.
Consigli su come arrivare ad alti livelli:Mi sono goduto ogni passo del mio percorso, ho disputato tre-quattro stagioni in Eccellenza, poi Interregionale, campionati di Serie C e l’ultimo anno c’è stata l’intuizione del dirigenti del Perugia. Stagioni stupende a Perugia, poi Palermo, una grandissima squadra come l’Inter e un’esperienza all’estero in una città come Lione per poi finire alla Juventus. Contentissimo di tutti i passaggi, tutto mi è servito per essere quello che sono. Mi piace guardare avanti e avere nuovi stimoli“.
Ancora sull’Italia del Mondiale tedesco:Pur essendo una Nazionale, è stata costruita come una squadra di club. Tante amichevoli, tanto credere in un gruppo di calciatori portando avanti un’idea iniziale. Tutti ci sentivamo parte del progetto, non solo i campioni ma anche chi aveva fatto un percorso diverso“.
OLTRE A “GROSSO…”, LEGGI, ANCHE, AD ESEMPIO:
Articolo precedenteNapoli agente Ospina: “Contatti con Boca e Monterrey, Gattuso crede in lui”
Articolo successivoDe Bruyne: “Manchester City? Due anni senza Champions sono troppi”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui