spot_img
HomeSerieANapoliGiuntoli su Haaland: "un rimpianto. Era fatta ma preferì il Borussia"

Giuntoli su Haaland: “un rimpianto. Era fatta ma preferì il Borussia”

-

Giuntoli su Haaland – Cristiano Giuntoli, direttore sportivo del Napoli, ha rilasciato un’esaustiva intervista ai microfoni de “Il Corriere Dello Sport“, nella quale ha parlato della squadra che è riuscito ad allestire in Estate e svelato un interessantissimo retroscena riguardante il fenomeno del Manchester City Erling Braut Haaland.

Giuntoli su Haaland – Queste le sue parole:

Il dirigente azzurro non vuole sentir parlare di “miracolo” per il suo Napoli: “Saprebbe d’intervento divino o, se vogliamo restare tra gli umani, anche di improvvisazione. Qui invece, e lo dico senza volerci dare un tono, c’è un progetto che è stato sviluppato con l’impegno, credo anche con la competenza, con il coraggio di una proprietà che nei suoi diciotto anni ha dato dimostrazione di sé”.

Al centro delle polemiche, poi lenite dai risultati, c’è stata la scelta di non rinnovare alcuni contratti pesanti: “Nell’estate del 2021, con all’orizzonte una serie di scadenze contrattuali e con la possibilità che calciatori importanti potessero trovare collocazione adeguata, venne articolata la prima short list. È lì che fondamentalmente si avvia a pensare a questo Napoli” .

Sulle due doppia K che hanno conquistato Napoli, Kvaratskhelia e Kim, Giuntoli ci tiene a fare chiarezza: “Di Kvara avevamo cominciato a chiacchierare ai tempi di Ancelotti. La prima richiesta di 30 milioni del Rubin Kazan ci gelò. E ci tirammo indietro.

La guerra in Ucraina ha modificato la valutazione e con Khvicha alla Dinamo Batumi ci siamo rifatti avanti. Per Kim c’è una clausola, valida solo per l’estero, variabile, crescente e legata al fatturato dell’eventuale acquirente. E soprattutto ci si può accedere solo in una finestra fissata per il prossimo luglio e aperta per quindici giorni”.

Il ds azzurro ci tiene poi a ribadire la totale fiducia in Spalletti anche oltre il prossimo giugno, quando il suo contratto scadrà: “C’è una opzione per il rinnovo per un altro anno fissato a favore della società».

Infine, Giuntoli svela il suo più grande rimpianto da direttore sportivo: “Haaland. Contratto già fatto con il Salisburgo, riconoscendo loro il pagamento della clausola a venticinque milioni di euro. Ma Haaland preferì il Borussia Dortmund e noi che avevamo messo lui e Osimhen nelle nostre preferenze, ci dirottammo su Victor. Per noi erano alla pari”.

LEGGI ANCHE:

  1. Monza, Galliani: “Milan? Vediamo dove mi siederò con Scaroni. San Siro…”
  2. Festival dello Sport, Batistuta e Zanetti in famiglia tra Serie A e Argentina
  3. Festival dello Sport, Zeman: “Nessun rimpianto, contento se si gioca bene e si fa emozionare”
  4. Ranocchia, messaggio di addio: “Spenta la passione, ricevuto e spero dato”
  5. Italia, Raspadori: “Ambizione, equilibrio, non mettersi limiti. Mi esprimo meglio…”
  6. Brighton, De Zerbi per quattro anni: ufficiale
  7. Inter, Marotta: “Rosa all’altezza gestita bene da Inzaghi, miglioriamo”
  8. Mihajlovic, lettera a Bologna: “Dato tutto, non è stato solo sport”
  9. Napoli-Liverpool, Spalletti: “Sempre grande emozione a questi livelli”
  10. Real Madrid, Casemiro: “Tempo di una nuova sfida. Fosse stato per i soldi…”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Must Read

Lotito Kent mercato

Lazio, Lotito: “Ogni valutazione rimandata a giugno”

0
Lazio Lotito - Annata complicata per la Lazio: dopo le dimissioni di Maurizio Sarri, la squadra è stata affidata al nuovo tecnico Igor Tudor....