GIUFFREDI SU VERETOUT – In diretta a Calciomercato.it nel corso della CMIT TV è intervenuto Mario Giuffredi, agente FIFA.

GIUFFREDI SU VERETOUT – “Faccio una premessa, avrei preferito non parlarne, purtroppo sono costretto a dare delle delucidazioni sulla situazione, non mi va di essere associato ad alcune cose. Ho interrotto i rapporti con Veretout da diversi mesi, non seguo più il calciatore e quindi fare delle considerazioni su ciò che sta accadendo non me la sento. Non sono a conoscenza di niente, nè dal punto di vista sportivo, nè niente. Ci tengo a precisare due cose, per me molto importanti.

Ho sempre pensato che i giocatori debbano rispecchiare il procuratore, non voglio essere associato alle vicende di Veretout sotto tutti i punti di vista, proprio perché ho sempre gestito i calciatori dando delle regole, facendo avere dei comportamenti consoni alla professione, chi sta con me deve essere impeccabile dal punto di vista sportivo e della vita privata. Io ai miei calciatori ho sempre dato delle regole, chi non rispecchia più il mio modo di pensare non fa più parte del gruppo.

Abbiamo preso Veretout tre anni fa dalla Fiorentina alla Roma. In due anni giallorossi ha fatto due grandissimi campionati, è diventato un top in Europa nel suo ruolo, ha conquistato la nazionale francese, stavamo parlando del rinnovo del contratto che stavamo portando avanti con grande cooperazione con il club. Ho lasciato una situazione vincente con il calciatore, e da quando ho interrotto il rapporto non mi interessa più nulla”.

RINNOVO ROMA PRIMA DELL’ADDIO – “In quel momento Veretout stava facendo benissimo e da parte della Roma c’era grande voglia di prolungare il discorso, poi purtroppo le trattative si sono interrotte perché magari il calciatore la pensava diversamente”.

RAPPORTI CON LA ROMA E VICENDA CONTRATTUALE – “Con la Roma ho un grandissimo rapporto. Tiago Pinto, oltre ad essere un grande dirigente, è un grande signore. I miei rapporti con i giallorossi non sono ottimi, di più, è stato sempre onesto Pinto con me. Veretout sicuramente può essere stato condizionato anche dal discorso contrattuale, ma non può essere un alibi. Altri come Brozovic e Perisic hanno sempre fatto il loro lavoro. Se è questo il principale motivo del suo calo, è sbagliata come cosa”.

TRATTATIVA CON LA ROMA – “La Roma si è comportata benissimo, Tiago Pinto ha tenuto fede a tutti gli impegni presi con me personalmente. Posso solo ringraziarli della disponibilità, magari ci fossero società aperte al dialogo come la Roma”.

MOURINHO-VERETOUT – “C’era un ottimo rapporto. Se voi guardate i numeri di Veretout nei primi mesi, gol, assist, il rendimento è stato altissimo. Dopo, quando le prestazioni sono calate, il tecnico gli ha dato sempre fiducia. C’è stato sempre un ottimo rapporto. Ho conosciuto Mourinho, è anche lui un gran signore”.

CENTROCAMPO ROMA DEL FUTURO – “La mia è una lettura da fuori, vedo le prestazioni dei calciatori, vedo i livelli che la Roma vuole raggiungere e presumo che vogliano fare dei cambiamenti visti i risultati di alcuni centrocampisti”.

PARISI-ROMA – “Io sono convinto che alla Roma piaccia uno dei nostri giocatori. Se ci sarà l’inizio di una trattativa, io farò di tutto per indirizzare il giocatore. Roma è una piazza bellissima, so che c’è un giocatore nostro interessante e faremo di tutto, ma non è Parisi”.

Articolo precedenteNapoli, sondato Sinisterra del Feyenoord: costa 15 milioni di euro
Articolo successivoPortogallo-Macedonia, Santos: “Sentiamo il calore di tutti i portoghesi”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui