[df-subtitle]Nel consueto appuntamento del lunedì sera su Telefriuli a “Bianconero” ha parlato lo storico ex tecnico della squadra bianconera Massimo Giacomini[/df-subtitle]

Queste le parole di Mister Giacomini tratte da udineseblog.it:

“Sono molto deluso, con il Sassuolo è stata una partitaccia, con un solo tiro in porta al 38′ della ripresa, non ho visto nessuna ripartenza e gli esterni non sono mai saliti. Lirola e Rogerio del Sassuolo si sono sovrapposti molto di più pur giocando in una difesa a 4. Non siamo mai riusciti a metterli in difficoltà, sono d’accordo che va bene non prendere gol, ma c’è da cambiare passo, mancano le sovrapposizioni in questa Udinese, abbiamo avuto anche fortuna nelle ultime due partite, mentre magari prima ci sono andate storte alcune cose. Neanche il Sassuolo ha avuto occasioni, ma almeno ha avuto sempre il possesso della palla”.

“Ho visto bene Troost-Ekong, ha giocato da libero, ha intercettato molti cross ed è stato attento. A centrocampo ho visto male Behrami (meglio che sia stato sostituito presto, finalmente abbiamo attaccato un po’ dopo la sua uscita), Fofana è stato inconcludente, Mandragora deve correre per tutti a centrocampo. Lasagna è tornato dalla nazionale un po’ triste e ha avuto pure un infortunio, ma De Paul e Pussetto non avevano fatto male contro la Roma. Con Velazquez si pressava più alti, dal cambio di modulo con Nicola ciò non avviene più. Non credo che la squadra trovata dal nuovo allenatore non fosse preparata fisicamente, non ha mai subito dal punto di vista fisico prima, a parte in quindici minuti contro la Sampdoria”.

“Anche contro l’Atalanta Nicola andrà avanti con la difesa a 5, ma non gli dò consigli, deve arrangiarsi, lui ha firmato per l’Udinese, io vedo e poi giudico”.

“Pallone d’oro a Modric? Ci sta, però guarda caso è un giocatore del Real Madrid, se giochi per loro hai sicuramente più possibilità di ricevere il premio”.

Articolo precedenteMarchisio: “Inter – Juve è un big match e io confido in Chiellini. Campionato è ancora lungo. Icardi nel suo ruolo è uno dei più forti al mondo. Ronaldo alla Juve è cambiato.
Articolo successivoGigi Simoni: “La Juventus con Ronaldo è diventata impossibile da affrontare, per batterla devi avere fortuna. Sui veleni fuori dal campo…”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui