GENOA TORINO MARAN Brusco stop casalingo del Grifone nel recupero della terza giornata di campionato. Finisce 2 a 1 per il Torino, granata alla prima vittoria in campionato, respira Giampaolo e salva la panchina

GENOA TORINO MARAN Resta a cinque punti la squadra ligure. L’ottima prestazione del derby è solo un lontano ricordo.
Ai microfoni di Sky Sport Maran ha così analizzato la gara;

“Sicuramente nel derby eravamo riusciti ad essere più fluidi, ma forse abbiamo tirato in porta più oggi. Abbiamo fatto errori, malamente, e questo ci ha complicato tutto. Si sono create delle difficoltà oggettive, ma la squadra ha costruito e negli episodi, al di là di aver concesso reti troppo facilmente, se il rigore su Lerager fosse stato decretato – come sembrava giusto – o avessimo segnato nelle due occasioni salvate sulla linea, la partita magari sarebbe cambiata. Un passo indietro? È nell’economia della partita che sembra essere stato tutto più difficile”

GENOA TORINO MARAN Unica nota positiva Scamacca ancora in gol, il quarto tra campionato e Coppa Italia. Il Genoa ha trovato l’attaccante che cercava da troppo tempo:

“Peccato che il gol di Scamacca sia arrivato così tardi  Con lo slancio che avevamo, senza aver mai rinunciato, avremmo avuto qualche occasione in più per pareggiare. Probabilmente l’iniezione di fiducia di un gol fatto un po’ prima avrebbe ridato quell’energia che stiamo cercando di tirar fuori da tutte le parti. Nel secondo tempo siamo stati un po’ meno lucidi, è vero, ma i ragazzi hanno dato tutto. Se fossimo stati un po’ più lucidi sugli episodi, forse avremmo potuto portare a casa qualcosa di migliore. Cosa manca a questa squadra in attacco? Abbiamo cambiato un bel po’ nelle ultime settimane per aumentare la pericolosità davanti”

GENOA TORINO MARAN Il mister ha fatto poi il punto della situazione

“Quel che manca è ritrovare la forma e la condizione. Tolti Pandev e Scamacca, giocatori come Pjaca, Destro e altri giocatori offensivi come Zajc sono rimasti a casa 25 giorni a letto. Ora hanno ripreso e si sono fatti 3 partite di fila:  ad essere importante è la condizione dei ragazzi, che vedo stanno dando il massimo per quel che gli sto chiedendo. Tutto questo aiuterà, insieme al modo di stare in campo che stiamo cercando di migliorare di volta in volta”

Poi un ultimo commento:

“Siamo alla quarta partita in dieci giorni, è difficile recuperare. Non meritavamo di uscire sconfitti, questo mi dispiace: per quello che ha espresso in campo, per quante volte è riuscita ad andare al tiro meritava un risultato positivo. Ora ci dobbiamo arrangiare, sapendo tutti gli impegni che abbiamo”

LEGGI ANCHE:

1. Roma Cluj Fonseca: “Squadra fortissima da affrontare. Smalling in panchina”
2. Rijeka Napoli Gattuso: “Non esistono partite facili. Insigne? Da valutare”
3. Caos tamponi Lazio, il laboratorio: “Noi abbiamo segnalato, poi decide il club”
4. Milan, Pioli: “Lille veloce e di qualità, rotazioni per mantenere freschezza”
5. Roma, per il Ds è corsa tra Boto, Berta e Sartori
6. Atalanta-Liverpool, Gasperini: “Divario pesante, c’è da riflettere”

Articolo precedenteMedico Maradona: “L’operazione è andata per il meglio”
Articolo successivoGenoa Torino Giampaolo: “I gruppi si costruiscono dalle difficoltà”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui