GENOA TASSOTTI Vigilia di campionato per Sassuolo Genoa in attesa di sapere se la prima giornata di ritorno di potrà giocare viste già le quattro gare rinviate e del possibile arrivo di Piatek. In corso consiglio di lega straordinario per fare chiarezza. A margine dell’incontro di domani al Mapei Stadium ha parlato Tassotti al canale ufficiale del club rossoblù:

“Non so quello che succederà. Se qualche gara verrà rinviata, se le ASL prenderanno qualche decisione. È complesso, sono due anni che viviamo giorni complicati e il calcio, di conseguenza, è diventato più complicato. A seconda dei positivi o meno, ci saranno vantaggi e svantaggi. Credo si debba accettare tutto perché non so se c’è lo spazio per fare diversamente”

GENOA TASSOTTI L’ex difensore del Milan ha parlato al posto di Shevchenko che nel pomeriggio era ancora in isolamento causa Covid. In serata è arrivato il comunicato del Genoa della negatività del tecnico che sarà con la squadra. Tassotti ha fatto il punto della situazione:

“Chiaramente andando avanti il campionato e iniziando il girone di ritorno, non c’è più spazio per tanti errori. Si può sbagliare qualche partita, ma non più di tanto. Manca un girone. Prima c’era più spazio. Che Genoa vedremo? Ci piacerebbe vedere sotto l’aspetto agonistico il Genoa visto contro l’Atalanta. In questa settimana, visto che c’ero io, ho detto ai ragazzi che quella deve essere la base, il punto di ripartenza. Quella voglia, quell’attenzione, quell’impegno. Facendo un po’ meglio, perché il tutto non deve andare a discapito dell’ordine. Abbiamo battagliato, come richiedeva la gara, e la gente ce lo ha riconosciuto. Avevamo fatto 0-0 contro un avversario di grande livello. Quella è la nostra base e da lì dobbiamo ripartire, essendo un po’ più ordinati e anche più propositivi”. 

GENOA TASSOTTI Il vice allenatore ha poi parlato di Hefti che potrebbe essere della partita domani e del collega pallone d’oro ai tempi del Milan:

“Andriy è in isolamento e con fiducia lo aspettiamo. Hefti si allena con noi già da qualche giorno, ha già una certa esperienza e vediamo se domani farlo partire subito o dalla panchina, ma è scelta prettamente tecnica. Si è inserito, ma arrivando da campionati stranieri ci vorrà un po’ di tempo. Non ne abbiamo molto: l’adattamento speriamo sia veloce”. 

GENOA TASSOTTI Poi ancora sul campionato e sulle prossime sfide quasi decisive per la squadra

“Sono appuntamenti delicati: i punti fatti con quelle squadre sono appuntamenti tolti a quelle stesse squadre. Poi bisognerà pensare di fare anche qualche colpaccio, come accaduto allo Spezia nell’ultima gara di campionato. Il margine di errore si riduce sempre di più e dobbiamo essere in grado di non sbagliare quelle partite lì, cercando di fare anche qualche colpo altrove, contro squadre che sulla carta sembrano impossibili da affrontare. Ma talvolta, con qualche incrocio di calendario, coppe o non coppe, si può trovare un’avversaria in condizione non ottimale per approfittarne. È un po’ quello che ci è mancato finora? Sono squadre attrezzate per giocare tre volte a settimana sempre e noi non lo siamo. Sono società più abituate a questo genere di sforzo, mentre le piccole sono meno abituate”. 

Infine Tassotti ha dato un giudizio tattico su Hefti e sulla sua possibile collocazione in campo:

“Può giocare nel 4-3-3 sia a quattro che a cinque. Ha buona gamba, copre tutta la fascia. Allo Young Boys giocava a quattro, adesso vedremo qui come adattarlo. Aspettiamo che capisca anche dove è stato catapultato: il campionato italiano è diverso da quello svizzero. Forse meno fisico, ma più tattico. Loro in casa giocavano sempre su un campo sintetico, che rende tutto più veloce, mentre qui sarà differente. Vediamo la capacità di adattamento che avrà”. 

Articolo precedenteInter, Inzaghi: “Lukaku un grandissimo giocatore. Brozovic rinnoverà”
Articolo successivoRoma Mourinho: “Conosco bene Maitland-Niles. Spero in un altro arrivo”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui