Un vero peccato, ma il Grifone esce a testa alta. Nella finale del Torneo di Viareggio prevale il Bologna ai calci di rigore, facendo sfumare il trionfo al Genoa. Carlo Taldo, ds dei rossoblù, ha analizzato il match, come riportato da tmw:

“C’è grandissima amarezza, in certi momenti serve attaccarsi alle cose positive. I ragazzi hanno lottato fino all’ultimo rigore, sono stati all’altezza, purtroppo gli episodi hanno voluto così e dispiace. Questo è il calcio, i ragazzi devono imparare perché questa non sarà la prima volta”

Taldo ha parlato poi del futuro della squadra. Una formazione che a Dicembre navigava in brutte acque a causa dei tanti risultati negativi, ma che ha saputo rialzare la testa ed arrivare a giocarsi un trofeo così prestigioso:

“Ora serve tenere la testa bassa e buttarsi sul campionato, sembrano frasi fatte ma questa è la realtà. Dispiace per la gente che è venuta qua e per l’entusiasmo che si era creato, così come per la proprietà e la dirigenza. Personalmente sono orgoglioso, lo spirito di appartenenza genoano è stato onorato ma purtroppo non abbiamo portato a casa la Coppa. Il presidente ha confortato i ragazzi dicendo che non dobbiamo abbatterci, dobbiamo essere fieri del nostro cammino portato avanti con squadre importanti. Abbiamo sfiorato l’obiettivo, il prossimo anno ci riproveremo ma ora testa al campionato”

Infine un commento sui tifosi che in massa hanno raggiunto Spezia per seguire da vicino la squadra:

“I tifosi? E’ un rammarico enorme se pensiamo a loro, volevamo condividere con loro la gioia. Li ringraziamo, hanno fatto sacrifici per essere qua e siamo amareggiati”

Articolo precedenteUfficiale: Lucas Hernandez giocherà con il Bayern Monaco
Articolo successivoUfficiale: Pato riparte dal Brasile, firma con il San Paolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui