GENOA SALERNITANA BLESSIN Finisce 1 a 1 al Ferraris, un pareggio che non serve a nessuno. Scontro salvezza, al gol di Destro risponde Bonazzoli, tutto nel primo tempo. Ma pesa l’errore di Di Bello che non concede un rigore evidente nella ripresa per trattenuta di Dragusin nei confronti di Destro in area.

GENOA SALERNITANA BLESSIN Il tecnico del Genoa in sala stampa ha subito commentato l’episodio:

All’azione del rigore non concessa perchè ho visto un chiaro strappo alla maglia. Dopo aver visto l’immagine era un chiaro rigore. Io non voglio che i giocatori facciano teatro, se un giocatore cadeva era rigore. Destro è stato disturbato, ha continuato l’azione ma il fallo è stato chiaro. Mi spiace tantissimo perchè mi fa pensare perchè non hanno chiesto neanche al VAR. Mi dispiace, queste cose non mi piacciono”.

GENOA SALERNITANA BLESSIN Poi sulla partita:

Il risultato non mi soddisfa. Il punto fatto a Roma potevamo sfruttarlo con una vittoria. Non sono contento del risultato. Non vivo sulla luna. So benissimo la classifica e i punti che abbiamo. La mia squadra ha dato tutto, per me meritava la vittoria. Abbiamo concesso poche occasioni da gol alla Salernitana e quello mi dà una sensazione positiva sulla squadra”.

GENOA SALERNITANA BLESSIN Poi sulla corsa salvezza ancora più complicata dopo la mancata vittoria nello scontro diretto di oggi:

Mi devo occupare io di queste cose ma finché c’è la speranza, ci sono 13 partite, non molleremo mai. Devo dare la carica ai ragazzi. Finché c’è speranza daremo tutto per salvarci”.

Il tecnico ha cosi commentato poi I cambi che non hanno dato la svolta desiderata:

Degli ingressi di Rovella e Cambiaso sono stato molto soddisfatto. In quel momento non volevo cambiare la struttura della squadra ma solo posizioni uno ad uno. Gudmundsson mi ha soddisfatto molto con le accelerazioni in profondità e con la sua energia mi ha soddisfatto. La mia priorità è guardare in settimana il rendimento dei giocatori. La domenica è vedere se cambio e come cambio. Poi si può sempre discutere quando farli i cambi ma in quel momento avevo una bella sensazione sulle sostituzioni”.

 

OLTRE A “VERONA A FORZA QUATTRO…”, LEGGI, AD ESEMPIO:
  1. Inter-Milan, Pioli: “Importanti i duelli, Giroud di livello internazionale. Hernandez, Kessie, Ibra…”
  2. Torino, Bremer rinnova: brasiliano grato al mondo granata
  3. Juventus, Vlahovic: “Grazie Fiorentina. Qui scelta facile, combattere, vincere, non mollare”
  4. Everton, Lampard nuovo manager, ufficiale. Info e prime parole
  5. Napoli-Spalletti, il comunicato del club azzurro
  6. Inter, Caicedo ufficiale: “Inzaghi importante, orgoglioso di essere il primo ecuadoregno”
  7. Tottenham, Kane impressionato da Conte: “Approfittiamo di avere uno come lui, esigente in tutto”
  8. Coppa Italia, ottavi: brivido e pazza Inter, c’è Milan-Lazio. Risultati e quarti
  9. Fifa The Best 2021, i vincitori: ci sono Lewandowski e Tuchel
  10. Supercoppa spagnola, Real Madrid con un gol per tempo vince il trofeo in Arabia
  11. Manchester, Ronaldo: “Cambiamo la mentalità, c’è da lavorare tanto e dipende da noi. Qui per competere”
  12. Mercato Arsenal, Arteta e l’obiettivo Vlahovic: “Questo club ha sempre cercato e interessato i migliori al mondo”
  13. Argentina, Simeone di nuovo tra i convocati per gli impegni sudamericani
  14. Covid Napoli, Spalletti positivo: niente Juventus
Articolo precedenteVerona a forza quattro, battuta l’Udinese: l’analisi dal Bentegodi
Articolo successivoBarcellona su Fekir, dalla Spagna: i blaugrana hanno pronti 60 milioni

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui