Contro la Juventus si è visto un Radovanovic di qualità, finalmente. Il centrocampista rossoblù, dopo qualche partita opaca dovuta all’ambientamento, si è riscattato alla grande fornendo una bella prestazione contro la Vecchia Signora. Un 2 a 0 senza storia che ha dato entusiasmo a tutto l’ambiente. L’ex Chievo a La Gazzetta dello Sport, è tornato sulla gara vinta contro la Juve:

“Quella contro la Juventus è stata una vittoria pesante. Siamo sino ad ora l’unica squadra d’Italia che ha preso quattro punti ai bianconeri. Da qui a fine stagione farò il tifo per loro sperando che non perdano più in campionato, così noi rimarremmo gli unici ad avere centrato questa impresa”

Radovanovic ha poi ripercorso il suo periodo al Chievo:

“Le mie stagioni al Chievo, però, non si potranno mai dimenticare per quello che il club ha fatto per me, e viceversa. Sono cresciuto come uomo, le mie figlie sono nate a Verona, dove ho comprato anche casa”

Venendo al Genoa il centrocampista rossoblù si è così espresso sui nuovi compagni e sul mister:

“Qui ci sono giovani interessanti e di personalità. Altri, come il sottoscritto, Zukanovic, Criscito, Veloso e Pandev, cercheranno di trovare il giusto equilibrio per farli crescere. Prandelli mi stimola ad essere più pericoloso in zona gol Anche se, in verità, il mio compito è più quello di proteggere la mia difesa. Ci proverò”.

Articolo precedenteUfficiale: Pato riparte dal Brasile, firma con il San Paolo
Articolo successivoArgentina contro Dybala: “In nazionale non mostra mai il suo valore”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui