Tiene ancora banco l’anticipo di Genoa Milan fissato per lunedì prossimo alle 15. In origine la partita si sarebbe dovuta giocare alle 21, ma essendo una gara a rischio, è stata inserita poco dopo pranzo. Molte le proteste data la vicinanza dello stadio in un quartiere con scuole, negozi, a cui si aggiungerà in tale giorno anche uno sciopero dei mezzi pubblici. E non mancano le proteste dei tifosi, inferociti. A Primocanale il presidente del municipio Bassa Valbisagno Massimo Ferrante chiede a gran voce lo spostamento del match:

“C’è ancora tempo per rimediare a questo pasticcio. Chiedo al Prefetto di intervenire e chiedere lo spostamento alle 21 della partita orario in cui era stato messo inizialmente. Nel pomeriggio qui sarà un inferno. C’è il Firpo che farà uscire agli studenti poco prima dell’incontro, c’è lo sciopero del trasporto e tanti negozi che devono lavorare non su strade che saranno blindare già molto tempo prima. Ci hanno risposto che di fronte alle nostre domande se ne faranno un ragione. Inaccettabile”

 

 

Articolo precedenteGenoa, Perinetti: “Milan su Piatek? Aspettiamo l’offerta per valutarla”
Articolo successivoCalciomercato Bologna: assalto al cagliaritano Farias

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui