GENOA MALINOVSKYI Un inizio stentato causa una condizione fisica non delle migliori e qualche critica di troppo arrivata. Poi una lenta ripresa a partire dall’assist contro la Salernitana verso Albert per poi finire con i due gol di seguito (e che gol) contro Frosinone ed Empoli. Ruslan Malinovskyi nelle ultime settimane si è caricato il peso della maglia rossoblù sulle spalle.

D’altronde le attese al momento del suo arrivo al Genoa (prestito oneroso dal Marsiglia fissato a 10 milioni di euro) erano già tante.

Il suo sinistro magico, potente e preciso, i gol da fuori area, la qualità: le doti che cercava la dirigenza del Genoa per far risplendere nuovamente il talento del 30enne ucraino (già visto per oltre tre stagioni con la maglia dell’Atalanta) dopo sei mesi opachi passati in Francia con appena due gol fatti.

Genoa, Malinovskyi in crescita costante

Con l’assenza di Albert per infortunio ci ha pensato Malinovskyi a segnare anche se purtroppo le sue due reti hanno permesso al Genoa di raccogliere solo un punto.
Adesso però potrebbe arrivare il bello, il momento tanto atteso dai tifosi, ovvero quello di vedere assieme Malinovskyi, Messias, Retegui ed Albert.

Ci spera e ci crede Gilardino alla ricerca dell’equilibrio per far coesistere i quattro giocatori citati e far sognare i quasi 30.000 abbonati del Ferraris.

Ma anche per raggiungere una tranquilla salvezza, obiettivo stagionale della proprietà rossoblù. In attesa di ambire a qualcosa in più per le prossime stagione, come ribadito dall’amministratore delegato Blazquez.

Contro il Monza domenica mancherà l’estro del talento ucraino, ma nelle sfide contro le prime delle classe Juventus ed Inter in programma nel mese corrente si potrebbe finalmente vedere tutta la qualità del Genoa in attacco.

E perché no, sognare uno sgambetto non costa nulla. Ed in più ci sarà la spinta del Ferraris, che ad oggi ha sempre sfondato il muro della trentamila presenze.

 

LEGGI ANCHE:

  1. Jeremy Doku la nuova stella di Manchester
  2. Bologna, cercasi sostituto di Zirkzee
  3. Parla Calafiori, cuore rossoblu e fan di mister Motta
  4. Milan, Leao e il rinnovo da 10 in pagella
  5. Victor Boniface, quando il nome è una garanzia
  6. Mercato Juve, Giuntoli pesca in Premier League
  7. Milan, emergenza difesa: rispunta il nome di Kiwior, a sorpresa
  8. Milan lungo stop per Kalulu
  9. Zilliacus-Inter, passi avanti nella trattativa
  10. Le parole di Guendouzi:”Nella mia testa avevo solo la Lazio”
  11. Infortunio Leao: l’esito degli esami strumentali eseguiti in giornata
  12. Lazio, Immobile: “Perso qualche punto, vogliamo recuperare”
  13. Lukaku-Roma, è appena cominciata: il futuro è adesso ESCLUSIVA EC
  14. Esonero Pioli, cosa filtra da Casa Milan dopo la trasferta di Lecce
Articolo precedenteNapoli, Zielinski valuta il rinnovo
Articolo successivoMontella incorona Calhanoglu: “Migliore al mondo. A Euro 2024…”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui