In casa Genoa tiene ancora banco l’esonero di Ballardini. Una doccia fredda per tifosi, media ed addetti ai lavori, arrivata due giorni dopo la sconfitta contro il Parma. Bortolazzi, ex centrocapista rossoblù, ai microfoni di PianetaGenoa1893.net, ha analizzato la decisione di Preziosi:

“Vista la classifica e i risultati che il Genoa ha ottenuto è un cambio che in pochi si aspettavano. Da allenatore è difficile accettarlo bene, soprattutto per come stavano andando le cose. Quando una squadra si trova sul fondo della classifica e fatica a fare punti allora è più comprensibile. Probabilmente l’idea di Ballardini era quella di fare punti grazie alla compattezza piuttosto che attraverso la spettacolarità. I risultati sono arrivati”

Nonostante l’esonero è stato positivo l’avvio del Genoa con 12 punti ed una partita da recuperare. Bortolazzi ha così commentato l’inizio di stagione:

“Senza dubbio positivo. Conquistare quei punti in sette partite è un bottino di tutto rispetto considerando che il Genoa deve ancora recuperare una partita seppur molto difficile contro il Milan a San Siro. In prospettiva una media simile significherebbe terminare la stagione oltre i cinquanta punti. Nel calcio e in particolare in quello Italiano il risultato conta più del gioco, forse non dovrebbe essere così ma questa è una costante”

Articolo precedenteMonza, Berlusconi: “Il derby con il Milan non è un sogno”
Articolo successivoInter, il padre di Lautaro: “Icardi importante per il suo ambientamento in nerazzurro”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui