GENOA BOLOGNA BLESSIN Termina ancora con una sconfitta il Genoa, finisce 1 a 0 per il Bologna con gol di Barrow nella ripresa. Ma è stata la giornata dell’orgoglio genoano che nonostante la retrocessione in B ha dato una lezione di tifo sostenendo fino alla fine la squadra ed allestendo una coreografia magnifica

GENOA BOLOGNA BLESSIN Nonostante la retrocessione la Nord da piena fiducia alla nuova proprietà americana e la serata si concluderà con un corteo dove oltre 10.000 tifosi arriveranno fino sul lungomare cittadino. Dove tra l’altro sarà attesa squadra e dirigenza

GENOA BOLOGNA BLESSIN A fine gara a Dazn il mister ha analizzato la stagione e la gara:

La partita di oggi ha rispecchiato le altre partite da quando sono allenatore del Genoa. Un’occasione da gol per l’avversario, hanno fatto subito gol e noi abbiamo avuto diverse occasioni e non abbiamo fatto gol. Sicuramente non è stata la nostra migliore partita. Sicuramente i giocatori che devono rinforzare la rosa devono farlo in queste cose qui. E’ sempre difficile, dopo una partita così, dire delle cose. Abbiamo dei giocatori che hanno un contratto ma abbiamo bisogno di qualità nelle posizioni decisive. Siamo assolutamente responsabili di ridare quello che i nostri tifosi ci hanno dato. Abbiamo bisogno del giusto mix di giocatori d’esperienza e giovani selvaggi”

GENOA BOLOGNA BLESSIN Poi sul tifo genoano il mister si è cosi espresso:

Abbiamo assolutamente la responsabilità dopo quello che hanno fatto i tifosi, non solo oggi, di fare il possibile per tornare in Serie A. Siamo assolutamente responsabili di ridare quello che i nostri tifosi ci hanno dato. Abbiamo bisogno del giusto mix di giocatori d’esperienza e giovani selvaggi. Quando vediamo dei tifosi così mi vengono i brividi nella schiena e bisogna vedere anche l’anno prossimo con che orgoglio noi porteremo questi colori in campo. Faremo tutto il possibile per raggiungere questo”.

Poi ancora sui tifosi e sugli investimenti importanti che dovrà fare il Genoa per tornare in A nonché nel migliorare il gioco offensivo:

Abbiamo la responsabilità e una missione a quest’ora l’anno prossimo di festeggiare la Serie A. Sono anche ottimista. Non deve essere una scusa avendo una preparazione da fare con la squadra. So dove devo migliorare la squadra: l’aspetto fisico, il modo di giocare e farlo capire alla squadra. Quando sono arrivato qui sapevo che c’era il rischio. Sono però orgoglioso di essere l’allenatore di un club eccezionale come il Genoa. Non voglio dire cose a vuoto per acquisire punti, questo lo dico dal cuore. Non sarà facile ma faremo tutto il possibile per raggiungere questo obiettivo”.

 

OLTRE A “INTER-SAMPDORIA, INZAGHI...”, LEGGI, AD ESEMPIO:
  1. Sassuolo, Magnanelli saluta: “Grazie per questo percorso, ora si apre un altro”
  2. Premio Bearzot, De Zerbi vincitore: “Vorrei chiudere una ferita. Pioli, Ancelotti…”
  3. Juventus-Inter, Perisic: “Leader facile in questa squadra. Rinnovo? Non si aspetta all’ultimo”
  4. Serie B, Lecce e Cremonese in Serie A: sfida Cosenza e Vicenza per restare nel campionato cadetto
  5. Cagliari-Verona: due traverse rossoblù, un gol, due gialloblù: così in Sardegna
  6. Rinnovo Veloso, Verona ancora nel futuro del centrocampista portoghese
  7. Inter-Verona, Tudor: “Motivazioni massime, proviamo a fare una bella gara”
  8. Verona, Simeone: “Qui per fermarmi, ambiente stupendo. Il mister ha tanti meriti”
  9. Ribery: “Importante la passione, poi vediamo. Champions, Vlahovic…”
  10. Verona a forza quattro, battuta l’Udinese: l’analisi dal Bentegodi
  11. Inter-Milan, Pioli: “Importanti i duelli, Giroud di livello internazionale. Hernandez, Kessie, Ibra…”
  12. Torino, Bremer rinnova: brasiliano grato al mondo granata
Articolo precedenteInter-Sampdoria, Inzaghi: “Concentrati solo su noi, grandissima annata di soddisfazioni”
Articolo successivoVerona, Tudor: “Futuro? Dipende dai presupposti e come mi sento, ci sono pro e contro”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui