GENOA ANDREAZZOLI – C’è tanta voglia di ripartire in casa rossoblù dopo la deludente stagione scorsa. Molte le novità, in panchina sopratutto il nuovo tecnico Andreazzoli ha ridato entusiasmo a tutto l’ambiente, data la sua esperienza e il suo modo di far giocare le squadre.
L’ex mister dell’Empoli, al sito ufficiale del club rossoblù, ha subito espresso ottime parole verso i tifosi:

“Sto ricevendo attestati di affetto superiori in rapporto a ciò che abbia dato. Nel rapporto con tifosi e giocatori cerco di essere me stesso. Se riesco poi a instaurare un feeling e alimentare sentimenti di un certo tipo fa piacere. Non possiamo permetterci di sbagliare”

Andreazzoli ha già le idee chiare per la prossima stagione. Tifosi vicini alla squadra agli allenamenti e al Ferraris. Un connubio mancato spesso la scorsa stagione, anche per i due mesi di protesta del tifo rossoblù, eccetto la decisiva sfida di Firenze dove si contò un esodo di tifosi:

“Voglio che i genoani siano vicini a noi per le partite e agli allenamenti. Sarà meglio o no partecipare tutti insieme? Aprire le porte del Pio-Signorini, riempire lo stadio è l’obiettivo principale. Il riscontro passa dal divertimento che saremo in grado di offrire. Il valore del n° 12 della maglia del Genoa non può restare simbolico ma diventare pratico, per aiutare me e i ragazzi a correggere gli errori”

Infine Andreazzoli ha voluto dare un segnale importante:

GENOA ANDREAZZOLI – “Contano i fatti, piuttosto che le promesse. Parola d’ordine, condivisione. Non si prescinde dall’aspetto umano in questo mestiere. La gradinata nord è la nostra lanterna”.

Articolo precedenteGenoa, gli elogi di Pandev per Pinamonti
Articolo successivoCagliari Pavoletti: “Difficile riconfermarsi ma so come ci si prepara”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui