Adriano Galliani, storico ex amministratore delegato del Milan e attuale primo dirigente del Monza, ha parlato anche di Ibra

MonzaMilan è la partita del cuore di Adriano Galliani, ex storico amministratore delegato dei rossoneri, carica occupata attualmente in Brianza anche dopo la scomparsa di Silvio Berlusconi. Impossibile dimenticare i momenti vissuti in rossonero, i tanti trofei, le gioie e i dolori e qualche screzio lasciato ormai alle spalle con Zlatan Ibrahimovic, attuale Senior Advisor del Fondo RedBird e strettissimo collaboratore di Gerry Cardinale. L’incontro in programma stasera all’U-Power Stadium rappresenterà un mix di emozioni dal campo alle scrivanie, con Galliani che ritrova proprio l’ex fuoriclasse svedese ceduto in una calda serata di luglio di dodici anni fa in un pacchetto unico con Thiago Silva, spedito sotto la Torre Eiffel. Malgrado le promesse e data la ferrea volontà di Ibrahimovic di proseguire il proprio cammino al fianco del Diavolo, Galliani dovette cedere il centravanti per esigenze di bilancio indispettendo lo stesso ex numero 11.

Un aneddoto raccontato dallo stesso ex amministratore delegato rossonero ai taccuini de La Gazzetta dello Sport e nell’immediata vigilia del cosiddetto Derby del Cuore rosso,bianco e nero: “Sarò a cena con Ibra, mio graditissimo ospite: abbiamo definitivamente ricucito i rapporti dopo quella famosa cessione al Paris Saint Germain; non mi parlò per due anni, non rispondeva alle mie chiamate. Gli avevo promesso che non l’avrei mai lasciato andare via, perché lui stava troppo bene a Milano e non sarebbe mai andato di sua spontanea volontà. Quando apprese della trattativa, ne risentì parecchio e lo dimostrò ampiamente essendo una persona limpida e trasparente. Pensava lo avessi tradito, ma le circostanze non consentivano altra scelta. Lui ha sempre amato moltissimo il Milan”, ha concluso Galliani.

Oltre all’articolo: “Galliani ritrova Ibra: “Voleva restare al Milan: si sentì tradito da me”, leggi anche:

  1. Juventus, si prova il colpo Zaccagni. La Lazio…
Articolo precedenteNazionale a caccia di leader per l’Europeo: rientra Cannavaro
Articolo successivoMazzarri, esonero ormai definito: al Napoli torna anche Hamsik

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui