GALLIANI MONZA DERBY MILAN – Parola ad Adriano Galliani. L’ex dirigente del Milan, ora tornato al Monza dopo l’esperienza decennale dal 1975 al 1985, ha rilasciato un’intervista in esclusiva al Corriere dello Sport. “Amo il Monza. Avevo 5 anni quando mia madre, che ho perso a 15 anni, mi portò per la prima volta alla partita. Un suo parente, uno zio in seconda mi pare, era stato presidente, il legame familiare era genuino, fresco e stretto. Fu amore a prima vista, un unico disegno. Dal settembre ’75 all’85 ho fatto il dirigente. Fino alla chiamata del cavaliere”, racconta.

GALLIANI MONZA DERBY MILAN – Già, il cavaliere. Stiamo parlando ovviamente di Silvio Berlusconi, l’uomo che gli cambiò la vita: “Io, un modesto brianzolo, non ero ricco, non ero famoso e non ero bello. Berlusconi mi ha reso ricco, famoso e bello. Non parliamo però di devozione: io per Berlusconi provo ammirazione”.

Proprio Berlusconi si è fatto convincere da Galliani nell’intraprendere il progetto Monza: “Lui vive da quarant’anni ad Arcore, Villa San Martino è a due chilometri da Monza, da lì si vedono le luci del Brianteo. Non ho dovuto convincerlo, ha impiegato un minuto e quindici secondi per dirmi ‘prendiamolo’. Mi rende molto orgoglioso il fatto di averlo visto a Olbia, Lecco, Como, Busto Arsizio. Ora è tifosissimo. Crediamo entrambi in un valore che coltiviamo con ostinazione, il senso di appartenenza. Per avere successo nel calcio e nella vita è fondamentale”.

Sui progetti futuri: “L’obiettivo è essere in A nel 2021. Berlusconi pensa già al derby contro il Milan. Amo incurabilmente i rossoneri, ma oggi il club è affare di altri. Non parlo di Ibrahimovic. Giocare a San Siro non è per tutti”.

Capitolo conclusivo dedicato agli allenatori del suo passato: “Ancelotti? Tra un anno e mezzo, quando saremo in Serie A, lo chiamerò. Sono legatissimo ad Allegri, era l’uomo giusto per noi”.

Articolo precedenteNapoli Giuffredi: “Tutti sapevano delle multe. Di Lorenzo deve giocare a destra”
Articolo successivoRoma, Veretout: “Fonseca mi piace molto, con l’Inter per una grande prova”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui