Fontana: “Pioli e Ancelotti filosofie simili. Muriel innesto giusto, su Hamsik…” ESCLUSIVA EC

Fontana: “Pioli e Ancelotti filosofie simili. Muriel innesto giusto, su Hamsik…” ESCLUSIVA EC

Fontana: "Milik? E' un giocatore completo per il suo ruolo"

Gaetano Fontana – Intervista Esclusiva

Una delle gare più importanti di questo 23^ turno di Serie A sarà FiorentinaNapoli, in programma sabato pomeriggio alle 18. I viola sono reduci dal pareggio per 1-1 in casa dell’Udinese, mentre la squadra di Ancelotti dal netto successo per 3-0 sulla Sampdoria.

Per l’occasione, Europa Calcio ha contattato Gaetano Fontana, ora allenatore ma in passato mediano di entrambe le squadre.

Che tipo di partita sarà Fiorentina-Napoli?

Credo che sia il Napoli che la Fiorentina siano due squadre che cercano di arrivare al risultato attraverso una filosofia propria, ossia tramite la qualità del gioco. Sono squadre organizzate e con due obiettivi diversi, però la filosofia dei due rispettivi allenatori è comune. Quindi innanzitutto mi auguro che sia una partita bella da vedere e poi ovviamente che vinca il migliore“.

Per quanto riguarda gli azzurri, a tenere banco in queste ore è la questione legata ad Hamsik.
Si è fatto un’idea della vicenda?

Penso che il trasferimento in Cina fosse una chiara intenzione di Hamsik, il quale non si sentiva più al centro di un progetto tecnico come poteva sembrare quest’estate. Durante questa prima parte del campionato Ancelotti ha trovato diverse soluzioni, e in alcune di queste ci sta anche l’esclusione di Hamsik. Per cui di fronte a un contratto milionario il ragazzo ha optato per una scelta diversa, adesso non so quali siano state le dinamiche per le quali questa trattativa non sia andata in porto, ma sembrava quasi fatta ed è ovvio che se non dovesse andare a buon fine gli scontenti sarebbero due, sia Hamsik che la proprietà, perché credo che la proprietà volesse in qualche modo trarre un vantaggio economico da questa cessione. E lo stesso giocatore, al di là dell’esperienza di vita importante che andrebbe a fare, era supportato da un contratto economico molto importante“.

Non è comunque detta l’ultima parola perché in Cina il mercato chiude il 28. Se dovesse andare via, Ancelotti rimarrebbe con soli quattro centrocampisti fino a maggio tra campionato ed Europa League. Non sono pochi?

Diciamo che questa situazione di Hamsik è venuta fuori nelle ultime giornate, non si aspettavano che ci potesse essere questa cessione perché altrimenti avrebbero trattenuto Rog, però ci sono dei giocatori che possono essere tranquillamente ruotati a seconda delle esigenze. Quattro centrocampisti possono essere tanti, dipende da quello che accadrà, perché se di qui in avanti dovessero essere falcidiati da infortuni e squalifiche, ovviamente qualche nuovo innesto sarebbe stato da fare. Ma stiamo parlando di ipotesi negative, sarebbe il caso di scongiurarle (sorride, ndr)”.

Si aspettava di vedere, invece, un Milik così devastante?

Da quando ha messo piede in Italia, Milik mi impressionava per questa sua capacità fisica. Hadelle doti incredibili e abbinate a una qualità importante. E’ uno a cui piace giocare, venire incontro e buttarsi negli spazi, collabora con le giocate del centrocampo e riesce a determinare anche l’ultimo passaggio. E’ un giocatore completo per il suo ruolo. Questa sua crescita è stata purtroppo rallentata dagli infortuni, ma le qualità di Milik sono incredibili. Molto ha fatto anche Ancelotti, perché dal suo arrivo lo ha quasi sempre impiegato e ha dimostrato di avere fiducia in lui, ed è evidente che quando un ragazzo sente la stima dell’allenatore riesce ad esprimersi anche meglio delle sue capacità, proprio come sta facendo lui in questo momento“.

Passando alla Fiorentina, cosa pensa della stagione dei viola?

Parlando da tecnico, la ritengo positiva, nel senso che era iniziata bene, poi c’è stato un calo a mio avviso fisiologico: parliamo di una squadra con tanti giovani e che ha cambiato molto. Questo calo si può ipotizzare e prevedere, però quello che mi fa molto piacere è che tutto l’ambiente di Firenze, comprese società e tifoseria, hanno saputo bypassare quel periodo poco felice per poi riprendere il cammino. Oggi è una squadra ritrovata che gioca con estrema fiducia. L’inserimento di Muriel ha dato ancora ancora più sostanza e convinzione di stanno beneficiando tutti, compreso Simeone, che sembrava fosse quello che doveva essere escluso ma che invece ha ritrovato stimoli per essere determinante anche lui“.

Quindi Muriel è davvero l’innesto che serviva?

Secondo me sì. Ha delle caratteristiche particolari, diverse a quelle degli altri attaccanti della Fiorentina, per cui è andato a completare un reparto, che non ha solo completato ma lo ha ulteriormente migliorato“.

Diversamente dall’attaccante colombiano, un giocatore della rosa che è in grande difficoltà è Pjaca. Qual è la ricetta per uscire da queste situazioni?

Non ce ne sono molte di ricette, o meglio ne esiste solamente una, cioè il lavoro. Bisogna in primo luogo cercare di capire e farsi un esame introspettivo e comprendere quali sono le aree da migliorare, perché solitamente il giocatore, perché è stato da un’altra parte, pensa di non essere mai in discussione o quantomeno di non avere mai un torto. Quando un giocatore invece si analizza e parte da sé stesso per cercare di risolvere i problemi è già a metà dell’opera, io la penso così. Possono capitare questi momenti, sono capitati a tutti e capiteranno anche agli altri che arriveranno. La medicina che definisco “elisir di lunga vita” è l’allenamento, la capacità di introspezione è fondamentale, è proprio da lì che si capisce su che cosa si deve migliorare e quali sono le aree da sviluppare, in modo da rendersi poi altamente performante. E una volta imparato, non si lascia più questo atteggiamento. Gli altri possono aiutarti, ma il tutto deve partire dall’atleta“.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione dell’articolo è consentita previa citazione della fonte.

Resta aggiornato. Ti invieremo una mail solo per le novità


Non ti preoccupare niente SPAM , lo odiamo quanto te.

About author

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply