Greenwood, esterno del Manchester United reduce da una grande stagione al Getafe, sarebbe un concreto obiettivo della Lazio

Un talento completamente ristabilito, recuperato dal punto di vista psicofisico e, soprattutto, tecnico. Il rilancio di Mason Greenwood è ripartito dalla Spagna, precisamente al Getafe, laddove si è reso protagonista di una grande stagione, costellata da dieci reti e sei assist in trentasei apparizioni con la maglia del club iberico. Il classe 2001, dalla prossima settimana, tornerà a far parte della rosa del Manchester United, ma il contratto in scadenza al 30 giugno 2025 obbligherà il club a dirimere la questione riguardante il futuro dell’esterno inglese in tempi brevissimi. Stando a quanto riportato da Alfredo Pedullà, la Lazio di Claudio Lotito avrebbe sorpassato Juventus e Napoli nella corsa al ventitreenne esterno.

In cerca di qualità sulla trequarti dopo gli addii dei vari Felipe Anderson, Luis Alberto e Daichi Kamada, con conseguente nuovo progetto tecnico affidato a Marco Baroni, il club biancoceleste avrebbe stanziato una prima offerta da 20 milioni di euro per persuadere i Red Devils a lasciar partire Greenwood a titolo definitivo. Al momento, i capitolini potrebbero approfittare dell’attesa di Juventus e Napoli, ancora alle prese con diverse situazioni in uscita come, ad esempio, quelle che coinvolgono Chiesa, per i bianconeri e Kvaratskhelia, per i partenopei.

Dai primi contatti con l’entourage di Greenwood, risalenti al 29 maggio, la Lazio non avrebbe mai mollato la presa, consapevole di poter chiudere una trattativa che innalzerebbe sensibilmente il tasso qualitativo della rosa a disposizione di Baroni. La definitiva consacrazione di Mason Greenwood potrebbe avvenire in Italia, con la Serie A pronta a accogliere un talento ritrovato.

Oltre all’articolo: “Futuro Greenwood, sfida tutta made in Italy: la Lazio tenta il sorpasso”, leggi anche:

  1. Juventus, cambia la contropartita per Douglas Luiz: Barrenechea all’Aston Villa
  2. Juventus, parla Rabiot: “Futuro? Non sono affatto preoccupato”
Articolo precedenteAtalanta, caccia all’esterno: Zaniolo, una tentazione; Saelemaekers, invece…
Articolo successivoJuventus, “il terzo Thuram” al potere: Khephren obiettivo reale; la scadenza…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui