Giorgio Furlani, amministratore delegato del Milan, è intervenuto a margine dell’evento Investopia 2024 tenutosi a Dubai: su San Siro…

Il rimpasto societario dettato dall’eventuale, possibile, ingresso di nuovi soci arabi pronti a rilevare la minoranza delle quote societarie del Milan (con due Fondi che sarebbero disposti ad assumere il cosiddetto Vendor Loan stabilito dal patto tra Elliott e RedBird nel momento in cui, Cardinale, ha acquistato le quote del club), potrebbe estromettere Giorgio Furlani dall’ organigramma societario. In quanto uomo di fiducia del Fondo Elliott, infatti, la possibile uscita dei Singer da Casa Milan potrebbe implicare l’addio dello stesso amministratore delegato rossonero. Nel frattempo, però, il plenipotenziario rossonero ha partecipato ad un evento, Investopia edizione 2024, in Medio Oriente, indicato come luogo strategico (e chissà, magari luogo d’origine di futuri proprietari…) per la società rossonera.

A margine dell’evento più importante di business e finanza di tutto il Medio Oriente, Furlani ha rilasciato interessanti dichiarazioni per ciò che concerne la questione commerciale e quella della costruzione del nuovo Stadio tutto rossonero, con San Donato attualmente in pole. Ecco un estratto delle dichiarazioni del massimo dirigente:

“Il percorso espansionistico del Milan in quest’area così importante continua, e deve continuare. Siamo strategicamente improntati a questa nuova fase di crescita economica grazie all’ottimo operato della società. Siamo qui per parlare di investimenti nel calcio in un bacino di utenza importantissimo anche a livello commerciale, come ad esempio lo Sponsor che il Milan esibisce sulla propria maglia da quindici anni. L’apertura dei nostri uffici a Dubai è ulteriore prova del nostro impegno nella regione. Il nostro percorso prevede anche una costruzione di uno stadio di proprietà individuando come area quella di San Donato, in quanto il nostro attuale San Siro non soddisfa più gli standard necessari per via dell’età e delle troppe limitazioni”, ha concluso Furlani.

Articolo precedenteBellanova, il gioiello che ha stregato la Premier League
Articolo successivoGenoa: Frendrup rinnova, il mercato…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui