[df-subtitle]Dopo un primo tempo bloccato la Fiorentina domina la ripresa e conquista i tre punti grazie ad uno strepitoso gol di Benassi. Udinese da rivedere: mai pericolosa.[/df-subtitle]Nell’Udinese c’è l’esordio dal primo minuto di Pussetto che gioca alto a sinistra e il suo innesto riporta Machis a destra e De Paul al centro, la Fiorentina invece conferma l’11 vittorioso contro il Chievo. Il primo tempo è bloccato sullo 0-0. Due squadre bene messe in campo dagli allenatori e che concedono pochissimi spazi all’avversario. Chiesa alterna numeri di grande scuola a momenti in cui va a sbattere contro il muro alzato da Samir e Nuytinck, De Paul è il più ispirato in casa friulana, ma i bianconeri non sono comunque mai pericolosi se non con un tiro – fuori – proprio dell’argentino ex Valencia. Pussetto parte bene, ma si spegne alla distanza, Machis è più attento alla fase difensiva che altro. La Fiorentina ha l’occasione migliore con Biraghi che a pochi passi dalla porta spara alto di prima. Simeone si vede poco anche lui ben controllato dai centrali dell’Udinese. Fiorentina e Udinese però, per tutto il primo tempo mantengono il canovaccio del non scoprirsi troppo senza concedere spazi e profondità al proprio avversario. Pioli riprende spesso Gerson e Fernandes non soddisfatto dal loro posizionamento nello scacchiere tattico.

La ripresa si apre subito con una novità: fuori Lafont infortunatosi sul finire dei primi 45′ e dentro Dragowski. Il secondo tempo è nettamente più vivace e decisamente a tinte viola con la Fiorentina, trascinata da un grandissimo Chiesa che va diverse volte vicina al vantaggio. La partita si scalda e arrivano anche i primi gialli: in pochi minuti si iscrivono all’albo dei cartellini Gerson e Fofana ai quali  si unirà pochi minuti dopo il capitano della Fiorentina Pezzella. Arrivano anche i primi cambi, con Pjaca nella Fiorentina inserito per cambiare il volto alla partita, senza però incidere. Al 73′ arriva il meritato vantaggio della Fiorentina: sul primo corner dell’Udinese, micidiale contropiede della Fiorentina, invenzione geniale di Chiesa che pesca Benassi in area che scarica un destro micidiale alle spalle del portiere friulano: è l’1-0 viola. Velazquez prova il tutto per tutto togliendo Behrami acciaccato e inserendo D’Alessandro, ora l’Udinese ha 5 uomini offensivi. La musica non cambia però, l’Udinese fatica a rendere fluida e pericolosa la manovra e non va mai vicina a impensierire Dragowski. All’87’ esordio in serie A per Vizeu: ora Velazquez ha 6 attaccanti in campo. La partita nonostante i tentativi finali degli ospiti si chiude con la vittoria della Fiorentina grazie al gol – meraviglioso – di Benassi. L’Udinese viene rimandata di fronte al tanto atteso esame di maturità e incassa la prima sconfitta stagionale in campionato ritornando con i piedi per terra dopo la bella vittoria con la Sampdoria. Per Velazquez ancora tanto da lavorare. La Fiorentina invece a punteggio pieno dopo due partite sogna con una squadra giovane, di personalità e grande prospettiva, si gode un fuoriclasse come Federico Chiesa e un giocatore finalmente maturo che potrà diventare fondamentale anche in chiave nazionale: Marco Benassi.

Fiorentina (433): Lafont (Dragowski 46′),  Milenkovic, Vitor Hugo, Pezzella, Biraghi; Benassi, Edimilson, Gerson (Dabo 83′); Chiesa, Simeone, Eysseric (Pjaca 64′).

Udinese (4231):  Scuffet, Larsen,  Troost-Ekong, Nuytinck (Vizeu 87′), Samir; Behrami (D’Alessandro 80′), Fofana, Machis, De Paul, Pussetto (Teodorczyk 62′); Lasagna.

Articolo precedenteBayern, Boateng: “Ho parlato col PSG, ma non abbiamo trovato l’accordo”
Articolo successivoRoma, senti Ziyech: “Sono stato molto vicino ai giallorossi”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui