Con ogni probabilità, da giugno Stefano Pioli non sarà più l’allenatore della Fiorentina, specie in caso di mancata qualificazione in Europa League. Il club di Della Valle starebbe già pensando al successore del tecnico ex Lazio e Inter. Due sarebbero al momento i nomi più caldi.

Cisì si legge nella versione online de “Il Corriere dello Sport“: “Non ci saranno rivoluzioni, da qui al termine della stagione, per la Fiorentina. Si resta uniti sin quando la matematica e il campo non emetteranno i verdetti, su campionato e Coppa Italia. Il tecnico Pioli e la società dovranno incontrarsi: il club ha la possibilità di far scattare l’opzione per l’allenatore, ma fin qui non sono state prese decisioni. L’impressione è che prima la proprietà voglia verificare la stagione nel suo complesso, una volta chiarito il quadro. Gli eventuali candidati al ruolo di successore di Pioli sono i soliti noti. Una strada conduce a Roberto D’Aversa: un emergente il cui progetto vincente non è passato inosservato. Del resto Corvino e il ds del Parma Faggiano si conoscono bene e da tempo si vocifera che proprio il secondo possa avere un futuro in viola. Specialmente qualora Freitas si accasasse altrove. In questo caso Faggiano sarebbe il tramite perfetto per D’Aversa. Resta in prima fila Eusebio Di Francesco, ghe già era in lista al momento dell’addio con Paulo Sousa. Ma anche su Giampaolo restano accesi i fari, così come si erano accesi ai tempi di Empoli. Non semplice convincerlo, soprattutto se la Sampdoria centrasse la qualificazione europea. Accostato spesso anche il nome di De Zerbi. Più defilate le candidature di Maran e Semplici“.

Articolo precedenteAtalanta – Chievo 1-1: Ilicic risponde a Meggiorini [LIVE]
Articolo successivoStadio EC, Genoa Juventus, Sturaro e Pandev scrivono la storia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui