Fiorentina, intervista a Duncan: “Piatek fa già la differenza. Con la Lazio incidente di percorso”

Alfred Duncan è una delle maggiori sorprese nella rosa della Fiorentina. Soprattutto perché il ghanese è passato suo malgrado attraverso un periodo di calo nel rendimento e nell’impiego nel corso della passata stagione, conclusa in prestito al Cagliari.

In questa stagione è però riuscito a ritagliarsi dello spazio nelle rotazioni di Italiano, e lo conferma anche lui in una lunga intervista a Calciomercato.com. Queste le sue parole:

“Una delle grandi doti del mister è proprio quella di far sentire tutti coinvolti, tutti parte integrante di un gruppo solido. Ognuno ha compiti diversi a seconda delle proprie caratteristiche, noi cerchiamo di fare quello che il mister ci chiede e di farci trovare sempre pronti, la nostra è una concorrenza davvero sana che fa bene a tutti”. 

FIORENTINA, L’INTERVISTA AD ALFRED DUNCAN

Sul momento della Fiorentina:

“Noi stiamo lavorando al massimo, come sempre. L’obiettivo è quello di cercare di giocare ogni partita per vincere, poi è chiaro che ci sono anche gli avversari e non dipende solo da noi ma proveremo, in ogni modo, a dare continuità di risultati e prestazioni”. 

Sulla caduta contro la Lazio:

“Sono incidenti di percorso che possono capitare, siamo una squadra giovane che ha iniziato un percorso solo da qualche mese. A volte possono succedere errori che pregiudicano una partita ma penso che, comunque, il passivo sia stato eccessivo per la partita che avevamo fatto”. 

Poi, sulla conquista delle semifinali di Coppa Italia:

“Io credo che sia un sogno, è chiaro che ci sono squadre che lottano per obiettivi diversi dai nostri e quindi, sulla carta, sono superiori. Noi abbiamo vinto, contro ogni pronostico, a Napoli e Bergamo, e per giunta in inferiorità numerica, proprio per questo continuiamo nel nostro sogno ma non abbiamo assilli di nessun tipo”.

Ha rivestito diversi ruoli, ma ora qual è il prossimo passo della sua evoluzione tattica?

“Onestamente non posso saperlo, io ho le mie caratteristiche e cerco sempre di metterle a disposizione della squadra, poi è il mister che,  di volta in volta, decide dove impiegarmi e dove pensa che io possa dare il meglio”. 

Fiorentina, Duncan

Sul gol al Milan:

“Io sono cresciuto nell’Inter ed ho anche esordito con la maglia neroazzurra quindi, sicuramente, sono ancora molto legato a quei colori, ma il mio presente ora è solo la Fiorentina. Quel gol per me è stato una gioia immensa, era una partita importantissima, contro la prima in classifica e per me è stata una liberazione. Sono soprattutto felice che sia servito per portare a casa i tre punti e fare felici i nostri tifosi”. 

Cosa pensa Duncan del razzismo in Italia?

“Io penso che sia davvero tanta ignoranza. Le persone che ci offendono per il colore della pelle o che fanno ululati, non sanno nemmeno perché lo fanno, l’unico obiettivo è quello di innervosirci, provocarci. Bisognerebbe lavorare a fondo sulla cultura, sulla storia e sul rispetto, sin da quando i bambini sono piccoli, sia a casa che a scuola. Bisogna insegnare ai bambini a ragionare con la propria testa e non imporgli il proprio pensiero”. 

Parla poi dei nuovi acquisti del club viola:

“Sono tutti e tre calciatori di grande valore. Piatek è più avvantaggiato perché conosce già la lingua ed il campionato italiano ed infatti sta facendo già la differenza. Ikonè e Cabral stanno lavorando sodo, si stanno applicando molto per entrare nelle dinamiche del Mister ed apprendere la lingua, per loro ci vorrà un pochino in più di tempo ma credo siano due calciatori molto forti”. 

Fiorentina, Duncan

Infine, una domanda sul match di sabato prossimo contro il “suo” Sassuolo:

“Non posso proprio dire che sarà una partita come le altre. Io sono stato tanti anni a Sassuolo e ci sono stato davvero bene, abbiamo raggiunto risultati importanti, mi hanno fatto sempre sentire a casa, in famiglia. Li ringrazierò sempre per quello che hanno fatto per me”.

LEGGI ANCHE:

Fiorentina, contatti avviati con il Real Madrid per trattenere Odriozola

Napoli, senti l’agente di Di Lorenzo: “Con offerta importante lo venderei”

Lazio, dalla Spagna: Luiz Felipe ha scelto il Betis, accordo per quattro anni

Agente Torreira: “La Fiorentina vuole riscattarlo, ma l’Arsenal è arrabbiato”

Articolo precedenteFiorentina, contatti avviati con il Real Madrid per trattenere Odriozola
Articolo successivoPSG, Messi: “Ligue 1 sempre più equilibrata, sulla Champions…”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui