FIORENTINA CUTRONE – Manca sempre meno alla sfida di questa sera tra Fiorentina e Milan. Due giocatori affronteranno le rispettive squadre da ex: Ante Rebic e Patrick Cutrone.

Quest’ultimo è stato intervistato da “SportWeek“, l’inserto settimanale de “La Gazzetta dello Sport“. Queste le sue parole: “L’addio al Milan? Con i se e con i ma non si fa la storia. Neanche la mia. Se è andata così, vuol dire che doveva andare così. Non posso sapere cosa sarebbe successo se fossi rimasto a Milano. Di sicuro non mi interessa guardarmi indietro.

L’esperienza al Wolverhampton? Sono cresciuto a livello umano e professionale. Ho conosciuto una nuova cultura, nuovi usi, ho migliorato parecchio il mio inglese, che adesso parlo discretamente. A livello calcistico ho imparato un nuovo modo di giocare, con ritmi diversi, più intensi, dove si attacca molto di più, senza paura di allungarsi. In Premier non si indietreggia, si avanza. Perché non è andata bene? Molti dicono che non mi sia ambientato. Falso. La verità è che l’allenatore, Espirito Santo, aveva il suo gruppetto di fedelissimi dal quale non derogava, quelli con cui aveva conquistato la promozione dalla Championship. Era fissato sugli undici, sempre gli stessi, e gli altri non li vedeva: non soltanto me, tutti. Ho giocato tre partite da titolare e segnato due gol, ma non era cambiato niente. A quel punto son voluto andare via“.

[df-subtitle]FIORENTINA CUTRONE[/df-subtitle]

FIORENTINA CUTRONE – Prosegue parlando della partita di stasera: “Forse è meglio che succeda a Firenze, piuttosto che a San Siro. E’ una squadra a cui cui tengo ancora tantissimo. Sarà bello incontrare i miei vecchi compagni e i tifosi, che mi hanno sempre fatto sentire il loro affetto. Se chiederò la maglia a Ibrahimovic? Sarebbe bello. E’ Ibra, non c’è bisogno di dire altro. E’ fuori categoria, sa e può fare tutto“.

Articolo precedenteCarles Perez Roma: “Fonseca decisivo per il mio arrivo. Sul Barcellona…”
Articolo successivoLione Juninho Matuidi: “Ci serve uno come lui, da noi farebbe il capitano”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui