Corvino Castrovilli– In queste settimane, con il campionato fermo, diverse figure dello sport stanno concedendo interviste ai maggiori quotidiani sportivi. Se questa mattina sul Corriere dello Sport vi era l’intervista di Galliani, il quotidiano Tuttosport ospitava l’ex ds della Fiorentina Pantaleo Corvino. Tra le varie tematiche affrontate vi è anche Gaetano Castrovilli, il giovane che ha fatto colpo su molte big di Serie A. Di seguito le sue dichiarazioni:

“Io sono di Lecce, lui di Bari e da tempo in zona si parlava di Gaetano come un ragazzo dalle potenzialità importanti. Quando poi c’è stato da chiudere, visto che sul giocatore erano piombati diversi club, sono riuscito a portarlo a Firenze dove ha iniziato a giocare in Primavera”.

Prima del grande salto, però, c’è stato il prestito.
“Bisognava scegliere, perché ormai Gaetano era troppo vecchio per la Primavera ma ancora troppo giovane per fare il salto in prima squadra. Abbiamo deciso di mandarlo in prestito a Cremona. La sua qualità più grande era la destrezza, ma all’inizio aveva anche qualche difetto di coordinazione: lo chiamavo spesso per incitarlo a lavorare su quell’aspetto e lui è stato bravo a correggersi”.

Corvino Castrovilli – Su di lui tante big, tra cui l’Inter di Antonio Conte.
“In un centrocampo a tre, come interno, è l’ideale per Conte. Vidal? Sono diversi: Arturo nel suo modo di giocare ci mette foga e determinazione, mentre a Gaetano vengono più naturali quegli inserimenti. Stiamo comunque parlando di due grandissimi giocatori che interpretano ottimamente il ruolo da interno”.

Circola la voce che la Fiorentina voglia 40 milioni.
“Quaranta milioni per Castrovilli? Sì, ma solo per una gamba!”.

Articolo precedenteCoronavirus Galliani: “Campionato può riprendere a maggio. Prima la salute”
Articolo successivoRoma, Cristante: “Bergamo ha il mio grande sostegno. La mia una stagione buona, spero di ricominciare”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui