Lewis Ferguson, trequartista del Bologna, ha parlato delle proprie nobili origini in relazione alla propria carriera: le parole

Non è stato semplice, ma si è adattato alla perfezione al ruolo di “predestinato” per via delle illustre origini in famiglia. Lewis Ferguson, figlio di Derek, nipote di Barry e cugino di Kyle, lunga lista di tutti i Ferguson che hanno calcato il rettangolo verde da calciatori professionisti e che hanno significato molto per il calcio scozzese, in particolare per i Rangers di Glasgow, ha confessato ai taccuini de La Repubblica quanto sia stato complicato sopportare il peso delle nobilissimi origini nella propria carriera:

I paragoni con i miei parenti si sprecavano, c’erano già grandi aspettative sul mio conto, anche perché gioco nello stesso ruolo, sulla trequarti. È stata una bella responsabilità, ma ho provato a sfruttarla a mio favore in fatto di crescita personale dal punto di vista mentale: è andata bene”. In virtù delle tre reti realizzate in campionato allo Juventus Stadium, contro il Frosinone e contro la Lazio, squadra maggiormente interessata al suo profilo per l’immediato futuro, Lewis Ferguson sta contribuendo al volo altissimo del Bologna in classifica, con i felsinei al quarto posto in concomitanza con la Roma. Il centrocampista scozzese, classe 1999, sta confermando quanto di buono dimostrato nella passata stagione, alimentando i rumors di mercato attorno al suo nome. Un nome dalle nobilissime origini, mantenute in linea con le grandi aspettative sul suo proprio conto.

Oltre all’articolo: “Ferguson e le origini illustri in famiglia: “Alla fine, è stato un bene”, leggi anche:

  1. Jeremy Doku la nuova stella di Manchester
  2. Bologna, cercasi sostituto di Zirkzee
  3. Parla Calafiori, cuore rossoblu e fan di mister Motta
  4. Milan, Leao e il rinnovo da 10 in pagella
  5. Victor Boniface, quando il nome è una garanzia
  6. Mercato Juve, Giuntoli pesca in Premier League
  7. Milan lungo stop per Kalulu
Articolo precedenteRinnovo Osimhen: Calenda presente allo stadio per Napoli-Braga
Articolo successivoGenoa, l’ad Blazquez fa il punto sul mercato

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui