Come da pronostico, il big match della 22ª giornata della Lega Portoghese tra FC Porto e Sporting CP, non ha deluso le aspettative degli appassionati, nel bene e nel male; dando spazio a gol e ovviamente a polemiche.

Forse il pari (2-2) è il risultato più giusto per quello che si è visto in campo; ma permetteteci di dire anche che ci saremmo risparmiati volentieri la visione di insulti e spintoni tra i protagonisti della gara a gioco ampiamente scaduto.

La rivalità tra le due squadre è sempre grande, e questo è un dato di fatto, ma il fair play dovrebbe sempre avere la meglio; ne sono stati un vero esempio i due allenatori, che tra il parapiglia generale, si sono salutati con un caloroso abbraccio. Gli esempi che vorremmo sempre vedere.

Ma torniamo al calcio giocato.

A sbloccare il tabellino dei marcatori dopo appena 8 minuti, ci pensa lo Sporting CP con gol di testa di Paulinho; che concretizza un assist di Matheus Reis.

Nonostante la doccia fredda, il Porto non perde la calma, e anzi, continua ad attaccare con vigore, tentando con ogni mezzo di trovare il gol del pari.

Eppure, a volte il destino è beffardo, ed è invece nuovamente la squadra ospite a raddoppiare: questa volta a segnare è Nuno Santos, grazie a un preciso passaggio di Sarabia.

Sul finire del primo tempo, al 38′, il Porto reagisce come solo lui sa fare, e trova finalmente il gol che accorcia le distanze nel piede destro di Fábio Vieira, che concretizza in rete un cross dalla sinistra di Taremi. Si va al riposo sul 1-2 per gli ospiti.

Al rientro dagli spogliatoi, neanche il tempo di riordinare le idee che al 3′ la compagine di Rúben Amorim rimane in 10 per l’espulsione di Sebastián Coates per somma di gialli, a seguito di un fallo duro su Evanilson.

Da quel momento in poi la squadra di Sérgio Conceição continua a macinare kilometri in mezzo al campo e a respingere i leoni nella priopria metà campo, i quali, fanno di tutto per difendere il vantaggio in dieci uomini. Alla fine il muro difensivo biancoverde crolla, e al 78′ Taremi trova il gol del (meritato) pari su splendido cross in area del solito Fábio Vieira.

Nei minuti finali dell’ampio recupero, ben 8, la squadra di casa cerca con tutti i mezzi di allungare le distanze senza però riuscirci. Alla fine il “clássico” portoghese si conclude con un 2-2 che non accontenta nessuno, e che lascia la classifica immutata, con ancora 6 punti di differenza tra la prima e la seconda.

A onor di cronaca, dopo il fischio finale, alcuni dei protagonisti della gara si sono resi colpevoli di insulti e spintoni reciproci; alla fine il direttore di gara si è visto costretto a tirar fuori cartellini rossi come se piovesse.

Ci chiediamo sempre perché rovinare così un gioco tanto atteso, quando il puro e sano agonismo nei 90′ di gioco dovrebbe essere più che sufficiente.

TABELLINO:

FC PORTO – SPORTING CP 2-2 

FC Porto: Diogo Costa, João Mário, Mbemba, Pepe, Sanusi, Fábio Vieira, Uribe, Vitinha, Otávio, Evanilson, Terami. All: Sérgio Conceição.

Sporting CP: Adán, Coates, Feddal, Inácio, Esgaio, Matheus Luiz, Ugarte, Matheus Reis, Srabia, Nuno Santos, Paulinho. All. Rúben Amorim.

Articolo precedenteUFFICIALE: Milan, Theo Hernandez ha rinnovato fino al 2026
Articolo successivoSassuolo, Frattesi: “Non penso al mercato, possiamo giocarcela con le big”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui