spot_img
HomeSerieAJuventusFagioli sulla Juve: "sono pronto! Sogno di diventare il Modric bianconero"

Fagioli sulla Juve: “sono pronto! Sogno di diventare il Modric bianconero”

-

Fagioli sulla Juve – Dopo aver conquistato una storica promozione in Serie A con la “sua” Cremonese ora, Nicolò Fagioli, è pronto per tornare nel club in cui vuole consacrarsi, ovvero la Juventus. I bianconeri lo girarono in prestito al club lombardo la scorsa Estate ed ora sono pronti a riabbracciare un ragazzo più maturo che, con ogni probabilità, è destinato a fare le fortune del club di Massimiliano Allegri. Di questo e molto altro ha parlato proprio il gioiello classe 2001 in un’ interessante intervista rilasciata ai microfoni di “Tuttosport“.

Fagioli sulla Juve – Ecco le sue parole:

SU QUESTA STAGIONE DA SOGNO – “Dopo la vittoria-promozione di Como abbiamo fatto le cinque di mattina, ma ora mi sono abbastanza ripreso. E’ stato un successo inaspettato per come si era messa la classifica, ma emozionante e meritato. Ci abbiamo sempre creduto e alla fine siamo stati premiati. Il primo ricordo è il gol a Buffon, a fine partita mi ha anche fatto i complimenti”.

FUTURO – “I primi a mandarmi messaggi sono stati Chiesa e Morata, con Alvaro e la sua famiglia ho un ottimo rapporto dall’anno scorso. Il mio sogno è quello di tornare alla Juventus, mi sento pronto; però non conosco né il mio futuro né quello di Morata. Ora voglio godermi questa vittoria, poi ci sarà tempo per parlare con i dirigenti della Juventus e con i miei agenti”.

RUOLO E MODELLO – “Alla Cremonese mi trovo benissimo, ma non dipende da me. Per me che ho giocato a Cremona anche da bambino, questa promozione è una soddisfazione doppia. Pecchia è molto bravo e ha fiducia in me, è un allenatore che stimo. Il mio ruolo? Regista o mezz’ala; l’idolo  Modric. Purtroppo però non ho il suo lancio d’esterno, certi colpi ce li ha solo lui. Se mi ritrovassi a cena con lui gli chiederei come fa ad avere ancora una fame così. Io sogno di diventare il Modric della Juve. 

CRESCITA – Ho conosciuto Ronaldo, aveva uno spirito unico. Ogni tanto gli scrivo e mi risponde sempre. Con Miretti siamo cresciuti nelle giovanili della Juve insieme, sarebbe bellissimo tornare a condividere lo spogliatoio. Vederlo lì titolare è un bel segnale per tutti noi giovani. La crescita parte dalla mentalità: per raggiungere un obiettivo importante come la promozione in Serie A, bisogna stare sul pezzo tutti i giorni. L’esperienza di quest’anno è stata formativa perché ho condiviso uno spogliatoio fatto da giovani e da calciatori d’esperienza, è uno step della mia carriera che si aggiunge al percorso fatto in Under 23. Quello della Juve è un gran progetto, magari arrivassero in Serie B”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Must Read

Napoli Spalletti

Spezia-Napoli, Spalletti: “Nessuna vittoria facile, solo dedizione e applicazione per sfruttare...

0
SPEZIA-NAPOLI SPALLETTI Luciano Spalletti, tecnico del Napoli ha parlato alla vigilia della trasferta all'ora di pranzo contro lo Spezia. Ecco alcune sue dichiarazioni: "La partita trappola...