Il calcio italiano è famoso in tutto il mondo per la sua grande tradizione e le tante vittorie in campo internazionale ottenuto sia a livello di club che di Nazionale. Il Milan, ad esempio, è la seconda squadra con il maggior numero di Champions League (o Coppe Campioni) vinte con i suoi sette titoli. L’Italia vanta quattro Mondiali nel proprio palmares, appena uno in meno rispetto al Brasile che guida questa classifica.

Quest’anno, poi, ci saranno gli Europei, che la Nazionale azzurra ha vinto nell’ultima edizione disputata nel 2021. È stata una cavalcata da sogno per i ragazzi dell’allora CT Roberto Mancini, che hanno prima chiuso il girone da imbattuti (sconfiggendo Turchia, Svizzera e Galles) per poi superare in sequenza Austria, Belgio, Spagna e Inghilterra. Quest’ultima sfida contro gli inglesi ha regalato il secondo successo continentale della storia dell’Italia.

La prima, infatti, risaliva al 1968, quando i protagonisti erano i vari Zoff, Riva, Rivera, Facchetti, per una delle Nazionali più forti di tutti i tempi, ma da lì in poi la nostra selezione ha fatto sempre fatica agli Europei, tornando a vincere la manifestazione soltanto a distanza di oltre 50 anni.

Ora avrà quindi il compito di difendere il titolo conquistato tre anni fa a Wembley e ciò nonostante i pronostici legati alle future quote per le scommesse per gli EURO 2024 non siano poi così favorevoli.

Ad ogni modo, l’Italia è comunque una delle squadre a vantare più titoli europei in assoluto, ma non la prima. Vediamo quindi qual è la Nazionale ha vinto più volte nel corso della storia dell’evento scoprendo l’albo d’oro della competizione. Non mancano le sorprese.

L’albo d’oro degli Europei di calcio

Gli Europei di calcio si sono giocati in totale per 16 volte, con l’edizione che è ormai alle porte che sarà dunque la diciassettesima rassegna del torneo. A trionfare nel primo appuntamento del 1960 è stata l’Unione Sovietica, che in quegli anni poteva contare su tantissimi talenti del calcio mondiale. Uno su tutti Lev Yashin, uno dei portieri più forti di sempre, nonché unico numero uno della storia a vincere un Pallone d’Oro. Quello fu l’unico successo continentale della Nazionale dell’URSS, nonché il secondo della sua storia, avendo vinto, quattro anni prima, le Olimpiadi di Melbourne.

A quota uno troviamo poi la Cecoslovacchia, altra Nazione che oggi non esiste più. All’epoca, la selezione metteva in campo tutti i talenti dei territori di Cechia e Slovacchia e dunque era una delle squadre più forti di quell’epoca, tanto che riuscirono a battere avversarie temibili come l’Olanda di Cruyiff e la Germania di Beckenbauer in finale. Un successo, quello, che tuttora resta l’unico della storia della Nazionale cecoslovacca, mai ripetuto dopo lo scioglimento della nazione.

L’albo d’oro degli Europei di calcio

Un titolo anche per i Paesi Bassi, che vinsero gli Europei nel 1988 grazie ad una delle formazioni più forti di tutti i tempi. In quella squadra, infatti, vi giocavano campioni come Koeman, Rijkaard, Gullit e soprattutto van Basten, con quest’ultimi tre che in quegli anni dominavano in Serie A e in Europa con la maglia del Milan. La partita che assegnò loro il titolo si disputò a Monaco di Baviera contro l’Unione Sovietica, battuta 2-0, guarda caso, con gol proprio di Gullit e van Basten.

Quattro anni dopo fu invece il turno della Danimarca, per una delle vittorie più esaltanti e inaspettate della storia del calcio. La Nazionale nordica non riuscì a qualificarsi alla manifestazione, salvo poi venire ripescata (in seguito all’esclusione della Jugoslavia) quando tutti i giocatori erano in vacanza. Inizia così il percorso che porterà poi i danesi sul tetto d’Europa nonostante alcuni dissapori tra il CT Nielsen e le due stelle Michael e Brian Laudrup, con soltanto quest’ultimo presente alla rassegna svedese.

Europei, quali sono le nazionali più titolate: l’albo d’oro

Una vittoria forse ancora più inattesa, invece, quella della Grecia, che nel 2004 vinse il suo primo e tuttora unico trofeo della sua storia. Nessun si aspettava che i greci potessero arrivare in finale e, contro ogni pronostico, batterono uno dietro l’altro i campioni in carica della Francia, l’Olanda e il Portogallo dei vari Figo, Rui Costa e un allora giovanissimo Cristiano Ronaldo nell’ultimo atto che diede loro il trofeo.

Chi invece è riuscito a ripetersi è la Francia, campione d’Europa nel 1984 e, per l’appunto, nel 2000. La prima volta a sollevare la coppa al cielo fu il capitano, nonché Pallone d’Oro di quell’anno, Michel Platini, che chiuse il torneo da capocannoniere a quota nove gol. Nel 2000 toccò a Didier Deschamps, attuale commissario tecnico della Nazionale transalpina, insieme ai suoi compagni Thuram, Vieira, Zidane e Henry tra gli altri, che ebbero la meglio sull’Italia grazie al gol partita al Golden Goal di David Trezeguet.

Europei, quali sono le nazionali più titolate: l’albo d’oro

Con due titoli, come detto già in precedenza, c’è anche la nostra Nazionale, campione nel 1968 e nel 2021. Nella prima occasione, decisivi furono i gol di Riva e Anastasi nella finale di ritorno contro la Jugoslavia. Nella seconda, a decidere l’ultimo atto di Wembley è stato Gigio Donnarumma, che ha parato gli ultimi due rigori dell’Inghilterra calciati da Sancho e Saka.

In vetta troviamo infine Spagna e Germania. La Nazionale iberica ha vinto il suo primo titolo continentale nel 1964. Successivamente, è stata poi l’unica in grado di vincere la manifestazione per due volte consecutive (2008 e 2012). Decisamente meno recenti, invece, i trionfi dei tedeschi, che hanno vinto gli Europei nel 1972, nel 1980 e nel 1996. Adesso toccherà a Nagelsmann e ai suoi a provare a spezzare un digiuno che dura ormai da quasi 30 anni.

Articolo precedenteAl Taawoun, accordo raggiunto con Gattuso
Articolo successivoAgente Immobile e Gilardino: “Molto legati ai propri club. L’Arabia Saudita…”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui