Europa League, finale tutta londinese: sarà Arsenal-Chelsea!

Europa League, finale tutta londinese: sarà Arsenal-Chelsea!

I Gunners vincono anche in trasferta, 4-2 con tripletta di Aubameyang. Blues avanti ai calci di rigore

Domina il calcio inglese in Europa, tanto in Champions quanto in Europa League. Se nella maggiore competizione d’Europa la finale vedrà opposte Liverpool e Tottenham, nella seconda si affronteranno Arsenal e Chelsea.

Tutto come previsto, soprattutto dopo le semifinali d’andata, ma se per i Gunners è stato tutto molto agevole, per gli uomini di Sarri sono serviti i calci di rigore per avere ragione dell’ottimo Eintracht Francoforte.

Valencia-Arsenal 2-4 (11′ Gameiro,17′ Aubameyang, 50′ Lacazette, 58′ Gameiro, 69′ Aubameyang, 88′ Aubameyang)

Sanno di dover partire forte i padroni di casa alla ricerca della rimonta, e lo fanno. A dimostrarlo il vantaggio di Gameiro al 10′ minuto. I pipistrelli continuano ad attaccare, ma al primo affondo l’Arsenal pareggia con un gran tiro di Aubameyang. Valencia che si rimbocca le maniche e con Parejo, al 35′ sfiora il nuovo vantaggio. Ad inizio ripresa però i Gunners ribaltano il risultato e chiudono virtualmente il discorso qualificazione con l’eroe dell’andata, Lacazette. Gli spagnoli non mollano e trovano il 2-2 con la doppietta di Gameiro. Il finale è tutto della squadra di Emery, soprattutto per merito dello scatenato Aubameyang che entra altre due volte nel tabellino dei marcatori portandosi a casa il pallone del match.

Chelsea-Eintracht Francoforte 1-1 (4-3 d.c.r) [28′ Loftus-Cheek, 49′ Jovic]

Nettamente più combattuta la partita di Stamford Bridge, che dopo un inizio equilibrato, vede venir fuori i padroni di casa, avanti al 28′ grazie al piattone di Loftus-Cheek, smarcato da una magia di Hazard. Il centrocampista inglese pochi minuti più tardi potrebbe raddoppiare ma Trapp gli sbarra la strada. Nella ripresa lo scenario si capovolge con gli ospiti a farla da padrone; il meritato pareggio arriva al 49′ con Gacinovic che sfrutta un clamoroso buco di David Luiz per mettere Jovic a tu per tu con Kepa, il serbo non sbaglia. Chelsea in difficoltà contro la pressione e il ritmo degli ospiti, ma resiste stringendo i denti. Blues che si rivedono in avanti ad un quarto d’ora dalla fine con un tiro di Zappacosta deviato in angolo da Trapp.

Si va ai supplementari, dove la stanchezza può diventare un fattore. Le distanze tra i reparti infatti aumentano, e mentre l’Eintracht attacca, il Chelsea prova a vincerla in contropiede, ma prima Barkley poi Higuain (entrato al 95′) sprecano due ottime opportunità. Poi è il momento dei tedeschi, che vanno ad un passo dal clamoroso ribaltone con Haller che si vede respingere sulla linea, da David Luiz, un piattone destinato all’angolino. Lo stesso attaccante poco dopo incorna di testa su azione d’angolo, ma Zappacosta evita il gol alla disperata. Nel secondo tempo supplementare l’unica occasione la crea Zappacosta, salva Trapp. Calci di rigore inevitabili; il primo a fallire e Azpilicueta, ma a far festeggiare Sarri ci pensa Kepa, bravo a respingere i rigori di Hinteragger e Paciencia. Il resto lo fa Hazard, che trasforma con freddezza il penalty decisivo.

Resta aggiornato. Ti invieremo una mail solo per le novità


Non ti preoccupare niente SPAM , lo odiamo quanto te.

About author

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply