EURO2020 RISCHIO INFANTINO – Il mondo continua a tremare per il Coronavirus. E di riflesso continua a tremare anche il calcio. E non solo la Serie A, il campionato nazionale più colpito in Europa visto che l’Italia conta il maggior numero di contagiati del vecchio continente. Trema anche la Fifa e la sua manifestazione principale in programma quest’estate: gli Europei.

Quest’anno gli Europei saranno per la prima volta itineranti e molte partite si dovrebbero disputare a Roma, come per esempio tutto il girone dell’Italia che comprende anche Galles, Svizzera e Turchia. Gianni Infantino, presidente della Fifa, ha parlato a Sky Sport News sulle conseguenze ad ampio raggio che il virus potrebbe avere sulla manifestazione in programma dal 12 giugno al 12 luglio. Ecco le sue parole.

Sugli Europei a rischio: “Non posso escludere nulla. Non dobbiamo farci prendere dal panico e personalmente non sono preoccupato, ma dobbiamo esaminare attentamente la situazione, evitando reazioni eccessive. Spero che non si vada nella direzione di un annullamento delle competizioni, sarebbe difficile emettere un divieto generale perché la situazione, in ciascun Paese, è diversa. La salute delle persone è molto più importante di qualsiasi partita di calcio. La salute è al di là di qualsiasi cosa ed è per questo che dobbiamo restare vigili e sperare che l’epidemia non si espanda”.

EURO2020 RISCHIO INFANTINO – Domani, ad Amsterdam, intanto si terranno i sorteggi per la nuova Nations League e i membri della Uefa parleranno anche di quello che sarà delle prossime amichevoli internazionali e della competizione estiva. L’Italia, per esempio, è attesa dall’Inghilterra a Wembley il 27 marzo per un’amichevole.

Articolo precedenteMarotta: “Juventus-Inter il 9 marzo? Sarebbe soluzione di buon senso”
Articolo successivoCaos Milan, incontro tra Boban e Gazidis: addio immediato?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui