Esonero Klinsmann: la Federazione della Corea del Sud ha aspramente criticato l’atteggiamento del tecnico e i deludenti risultati ottenuti

“La KFA ha deciso di cambiare allenatore dopo un’attenta valutazione. Jurgen Klinsmann non è riuscito a dimostrare le capacità gestionali e la leadership che ci aspetta da un allenatore della nazionale in aree che vanno dalla tattica, alla gestione del personale, all’atteggiamento lavorativo e in altri ambiti necessari per poter rendere competitiva la squadra”. Attraverso una durissima nota apparsa sul sito ufficiale della Federazione coreana, Jurgen Klinsmann, ex centravanti dell’Inter degli anni ’90 ha ricevuto la comunicazione dell’esonero da parte della selezione sudcoreana.

Fatale, per il tecnico subentrato al portoghese Paulo Bento, la sconfitta per 2-0 nella semifinale della Coppa d’Asia contro la Giordania, nazionale che è stata sconfitta, a sua volta, dal Qatar di Afif, autore di una storica tripletta su rigore. Si conclude, così, l’avventura dell’ex Commissario Tecnico della nazionale tedesca ai Mondiali giocati in Germania nel 2006, quelli pitturati d’azzurro dalla nostra nazionale allenata da Marcello Lippi.

Anche in quell’occasione, tra l’altro, il percorso di una squadra allenata da Klinsmann si interruppe in semifinale con il medesimo risultato di 2-0. Il percorso alla guida tecnica dell’ex attaccante con un passato anche alla Sampdoria, è durato poco meno di un anno: l’ingaggio di Klinsmann era stato infatti annunciato il 27 febbraio 2023.

Oltre all’articolo: “Esonero Klinsmann, la Federazione coreana all’attacco del tecnico”, leggi anche: 

  1. Mbappè, il Real avvisa il calciatore: “Ingaggio e diritti d’immagine…”
  2. Dalla Spagna: il Barcellona monitora Kvaratskhelia, ma il Napoli…
  3. Rinnovo Barella, l’innovativo piano dell’Inter e un patto a Madrid…
  4. UFFICIALE Muriel riparte dall’Orlando City
  5. Juventus, si prova il colpo Zaccagni. La Lazio…
  6. Nuovo portiere Roma: in lista anche Falcone, per un ritorno a casa
  7. Milan-Rennes, Pioli: “Stiamo bene, importante prenderci qualche vantaggio”
  8. Napoli, la rivoluzione potrebbe ripartire da Bologna: Ferguson e…
Articolo precedenteVerona-Juventus, Baroni: “Compattezza, voglia e aiuto del pubblico, correre forte”
Articolo successivoRinnovo Juric-Torino, Cairo durissimo: “Non me ne frega più nulla”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui