ESCLUSIVA JEDA – Jeda Neves, ex attaccante del Cagliari, ha rilasciato alcune dichiarazioni in esclusiva ai microfoni di EuropaCalcio.it sul momento attuale della compagine rossoblu; la squadra di Maran, infatti, è in piena zona Champions: 24 punti raccolti in 12 partite e quarto posto in classifica.

[df-subtitle]Jeda, si può parlare di miracolo Cagliari?[/df-subtitle]

“Non direi un miracolo, ma una piacevole sorpresa, semplicemente perché la società ha lavorato molto bene sul mercato; non ha smantellato la squadra e ha giustamente dato tempo e fiducia all’allenatore”.

[df-subtitle]In qualche modo la cessione di Barella ha favorito la campagna di rafforzamento sul mercato?[/df-subtitle]

“Sicuramente la cessione di Barella ha permesso un intervento sostanzioso sul mercato per quello che è l’obiettivo primario del Cagliari, che non dimentichiamo resta sempre la salvezza”.

[df-subtitle]Si aspettava un Nainggolan così in forma?[/df-subtitle]

“Ero convinto che sarebbe rinato e che avrebbe aiutato tantissimo il Cagliari. Nainggolan ama quella città così come la città ama lui. Radja è un giocatore importante e lo sta dimostrando”.

[df-subtitle]Quale calciatore del Cagliari l’ha colpita maggiormente in questo inizio di campionato?[/df-subtitle]

“La concretezza e la continuità di rendimento di Joao Pedro mi sta piacendo, così come tutto il gruppo che sta dimostrando grande maturità”.

[df-subtitle]Nonostante le assenze di Pavoletti e Cragno, Maran ha puntato rispettivamente su Simeone e Olsen. Che giudizio può dare su questi due nuovi acquisti?[/df-subtitle]

“Le contemporanee assenze di Pavoletti e Cragno lasciavano presagire un vuoto incolmabile per Maran; ma sia Simeone che Olsen hanno dimostrato di essere giocatori importanti soprattutto in questo momento per il Cagliari“.

[df-subtitle]Con la rete segnata alla Fiorentina, Joao Pedro ha realizzato 6 gol in 12 partite. Tite dovrebbe dargli una possibilità in Nazionale?[/df-subtitle]

“Do un consiglio a Joao Pedro: deve continuare ad avere questo rendimento e confermare ciò che di buono sta facendo; in questo modo è più facile attirare l’attenzione della Nazionale brasiliana”.

[df-subtitle]Dove può arrivare questo Cagliari?[/df-subtitle]

“Spero più in alto possibile, però è ancora presto per prevedere qualcosa”.

TuttoCagliari

  1. Cagliari, Zola: “Classifica meritata, gran crescita di gioco grazie a Maran, Nainggolan e centrocampo”
  2. Cagliari – Fiorentina, estasi e pioggia (non solo) di gol: rossoblù al terzo posto prima della sosta
  3. Serie A il punto: la vetta non cambia, il Cagliari va in paradiso, il diavolo all’inferno
  4. Cagliari, Giulini: “Ringrazio tutti, che intensità e prestazioni”

 

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione dell’articolo è consentita previa citazione della fonte EUROPACALCIO.

Articolo precedenteVande Velde Mokulu: “Benjamin ha qualità, non deve dubitare di sé stesso” – ESCLUSIVA EC
Articolo successivoUdinese: Gotti sarà l’allenatore anche dopo la sosta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui