[df-subtitle]Palladini: “L’obiettivo è quello di cercare di entrare nei play-off. Ora stiamo lavorando molto a livello tattico, e giorno dopo giorno si vedono i miglioramenti. Essendo una squadra molto nuova ci vorrà del tempo per assimiliare tutte le questioni tattiche ma i presupposti per fare bene ci sono”[/df-subtitle]

Dalla fine di maggio Ottavio Palladini è il nuovo allenatore della Vastese, club abruzzese di Serie D reduce da una stagione di alti e bassi: dopo un ottimo girone d’andata, da febbraio al termine del campionato la squadra ha collezionato pochi punti e tante sconfitte. Il piazzamento finale è stato deludente un ottavo posto con 51 punti, frutto di 15 vittorie, 3 pareggi e 13 ko.

Così, per ripartire la dirigenza biancorossa ha puntato sull’ex mediano classe 1971, che durante la carriera da giocatore ha vestito le maglie di Sambenedettese, Pescara – per ben dieci anni tra i periodi 1992-1998 e 2000-2004 -, Vicenza  e Giulianova.

La scorsa annata, invece, è stato sulla panchina del Teramo da gennaio alla fine di aprile. La Vastese ha da poco terminato il ritiro a Colledimezzo, località dell’entroterra chietino, in vista del nuovo torneo che tra non molto avrà inizio.

“Europa Calcio” ha intervistato in esclusiva il tecnico marchigiano, che dal 2009 al 2017 ha guidato la Sambenedettese, conquistando due anni fa promozione in Lega Pro.

Palladini, com’è andata e come sta andando questa primissima fetta di stagione?

Molto bene, abbiamo fatto diciotto giorni di ritiro intensi e fortuntamente non si è fermato nessuno. Quindi è stata messa una buona base per tenere un buon livello fisico per tutto l’anno“.

Tranne i nuovi arrivati, che squadra ha trovato?

Una squadra vogliosa di fare che si è messa subito a disposizione. E’ un bel gruppo che si sta amalgamando, poi ci sono tanti giocatori nuovi e logicamente dobbiamo crescere sotto l’aspetto della coesione, ma vedo comunque una buona predisposizione. I ragazzi hanno lavorato bene e questo mi fa ben sperare“.

Dopo queste amichevoli iniziali che sensazioni ha avuto?

Dico che ho trovato una buona squadra e che ci sono buone indicazioni. I giocatori sono arrivati allenati e questa è stata una buona base per partire. Ora stiamo lavorando molto a livello tattico, e giorno dopo giorno si vedono i miglioramenti. Poi ripeto, essendo una squadra molto nuova ci vorrà del tempo per assimiliare tutte le questioni tattiche ma i presupposti per fare bene ci sono“.

A cosa mira quindi la Vastese?

Puntiamo a migliorare il piazzamento dell’anno scorso, quindi cercheremo di entrare nei play-off. Questo è il nostro obiettivo principale e faremo di tutto per arrivarci, anche perché è la piazza che lo richiede. Noi dobbiamo in ogni caso cercare di migliorarci sempre di più. Voglio una squadra che combatta fino alla fine e che se la giochi con tutti“.

Lei è a Vasto da fine maggio. Cosa l’ha convinta a scegliere questo club?

Anzitutto la dirigenza, che avevo già conosciuto l’anno scorso, e tutti questi imprenditori che stanno lavorando per far sì che Vasto diventi una piazza importante come lo è stata negli anni passati e che torni ad essere quella squadra importante che era prima. E chiaramente anche la storia di questa piazza ti porta ad accettare perché qui c’è passione e voglia di fare calcio. Anche questa è una cosa importante“.

In una parola, come si può definire questa realtà?

Vasto è una piazza calda, ambiziosa e che ti fa sentire professionista a tutti gli effetti“.

Chi saranno i vostri avversari principali?

Diciamo che ci sono squadre che hanno già un buon assetto come l’Avezzano e la Recanatese, che ha confermato più o meno tutta la rosa dell’anno scorso. Stesso discorso per il Matelica, e poi bisogna vedere se metteranno nel nostro girone il Bari o il Cesena. Quindi penso che queste cinque-sei squadre siano quele più attrezzate per la vittoria finale“.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione dell’articolo è consentita previa citazione della fonte.

Articolo precedenteChievo, D’Anna: “Juventus non solo Cristiano Ronaldo, vogliamo misurarci e provarci con spirito” [TESTO+VIDEO]
Articolo successivoRoma, Gonalons verso il Siviglia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui