ESCLUSIVA EC – Di Livio: “Simeone mi ricorda Pippo Inzaghi. Su Chiesa e la gara di domani sera…”

ESCLUSIVA EC – Di Livio: “Simeone mi ricorda Pippo Inzaghi. Su Chiesa e la gara di domani sera…”

Parla l'ex centrocampista, che durante la carriera ha giocato sia con la Juventus che con la Fiorentina

Di Livio: “Il vero punto di forza della Juve è la mentalità vincente della società. Domani per i viola sarà fondamentale il sostegno del tifoso”

Fiorentina-Juventus, partita di cartello di questa 24^ giornata di campionato e in programma domani sera allo stadio “Artemio Franchi”, è sempre più vicina. Per l’occasione, EuropaCalcio.it ha contattato Angelo Di Livio, 51 anni ed ex centrocampista, per un approfondimento sulle due squadre. Durante la lunga carriera da calciatore, Di Livio è stato in entrambi i club – alla Juventus dal 1993 al 1999 e alla Fiorentina dal 1999 al 2005 –, e sia in bianconero che in viola ha alzato trofei al cielo.

Conta anche 40 presenze con la Nazionale italiana. In maglia azzurra ha disputato due Campionati Europei (in Inghilterra nel 1996 e in Belgio-Olanda nel 2000) e due Coppe del Mondo (Francia 1998 e Corea-Giappone 2002).

Allora Angelo, partiamo dalla Juventus. In questi sei anni ha cambiato tanti giocatori, ma in Italia continua a dominare incontrastata. Cosa c’è da sottolineare in particolare del lavoro di Allegri?

Cambiano gli uomini ma la mentalità della società e dell’ambiente Juve rimane sempre la stessa, ovvero vincente. Il club ha scelto l’allenatore adatto a questo tipo di mentalità“.

Domani sera i bianconeri partono chiaramente favoriti. Che tipo di gara dovrà disputare la Fiorentina per cercare di fare risultato?

La Juve è molto più forte. A fare la differenza potrebbe essere l’aspetto ambientale. Per la Fiorentina sarà fondamenale il sostegno del tifoso“.

Quest’estate i viola hanno cambiato molto l’organico. Come valuti i nuovi acquisti?

Hanno puntato molto sui giovani. Ci vorrà del tempo, ma ci sono giocatori interessanti, su tutti Chiesa e Simeone. E’ una squadra che non va smantellata. Forse i tifosi si aspettavano qualcosa in più. Il sostenitore viola si aspetta di poter almeno competere“.

La squadra può andare in Europa già quest’anno oppure è troppo presto?

La Fiorentina dovrebbe sempre puntare all’Europa League. Quest’anno non sarà facile anche per via della Sampdoria, che sta facendo un grande campionato. Ma per una piazza come Firenze la qualificazione all’Europa League deve essere il risultato minimo“.

Prima hai menzionato Chiesa, per il quale quest’estate tante squadre busseranno alla porta. Da ex calciatore, cosa gli consigli?

Consigli no, ha la fortuna di avere un padre come Enrico che gli saprà consigliare meglio di tutti. I giocatori bravi sono sempre nel mirino delle grandi squadre. Dipenderà dal club e da lui“.

Altro giocatore che hai citato è Giovanni Simeone. Per caratteristiche tecniche, a quale attaccante degli anni ’90 lo associ?

Per fiuto di gol e area mi ricorda Pippo Inzaghi. Anche lui ha sempre quella grande voglia di segnare“.

Restando in tema attaccanti, nella Juventus Higuaín ha segnato 5 gol nelle ultime tre gare. Prima era reduce da un lungo digiuno, insolito per un bomber come lui. Quale è stata la causa secondo te?

Si è trattato soprattutto di una questione di condizione fisica, all’inizio della stagione anche il resto della squadra mancava di brillantezza. Ogni anno le rose di Allegri lavorano tanto in ritiro, ma poi è sempre in questo periodo che partono e stanno molto bene“.

Da doppio ex, qual è un ricordo indelebile che conservi in queste due squadre?

Alla Juve sono stati sei anni straordinari, abbiamo vinto anche la Champions nella finale di Roma e la Coppa Intercontinentale. Mentre con la Fiorentina non dimenticherò mai il successo sull’Arsenal per 1-0 a “Wembley” con gol di Batistuta (27 novemembre 1999, partita della fase a gironi di Champions League, ndr)”.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione dell’articolo è consentita previa citazione della fonte.

Resta Aggiornato, ti informeremo sulle ultime novità.


Previous DFB Pokal: avanti Eintracht Francoforte e Schalke
Next Taglialatela: “La Juventus non mi convince nelle sue prestazioni"

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.