ESCLUSIVA EC – Belardi: “Juventus squadra tosta, all’Udinese servirà la gara perfetta”

ESCLUSIVA EC – Belardi: “Juventus squadra tosta, all’Udinese servirà la gara perfetta”

Parla ai nostri microfoni l'ex portiere che in carriera ha giocato con entrambe le squadre

Belardi, doppio ex di Juventus e Udinese: “La squadra di Allegri e il Napoli se la giocheranno fino all’ultimo per lo scudetto. Mi auguro che Buffon continui. Oddo è un allenatore giovane e preparato: prevedo una grande carriera per lui”

Dopo il trionfo di “Wembley”, avvenuto mercoedì sera in Champions League nella gara di ritorno degli ottavi di finale contro il Tottenham, la Juventus è già concentrata per la prossima sfida di campionato, in quanto domenica pomeriggio sfiderà l’Udinese all'”Allianz Stadium”. I ragazzi di Allegri sono costantemente impegnati nel duello col Napoli, che si rinnova di giornata in giornata, per lo scudetto.

Quanto ai friuani, con l’arrivo in panchina di Massimo Oddo – che dopo metà novembre ha sostuito Luigi Delneri, esonerato dopo la sconfitta interna contro il Cagliari – sono ottimi risultati, specie all’inizio. Tuttavia, l’ultimo mese è stato molto difficile, poiché la squadra ha raccolto un pari, in casa col Milan, e tre ko consecutivi per mano di Torino, Roma e Sampdoria.

Per l’occasione della sfida di domenica pomeriggio, “EuropaCalcio” ha contattato in esclusiva Emanuele Belardi, ex portiere che ha appeso i guantoni al chiodo nel 2015, all’età di 38 anni. Durante la lunga carriera ha giocato sia nella Juventus, dal 2006 al 2008, che nell’Udinese, nel triennio 2008-2011.

Allora Emanuele, partiamo dalla Juventus. Che squadra hai visto mercoledì sera a “Wembley”?

Una squadra tosta che nonostante le difficoltà iniziali e lo svantaggio ha reagito e vinto da Juve, ovvero da grande squadra“.

Quale è stata la chiave di svolta della partita?

Con l’ingresso dei due esterni, i bianconeri hanno sofferto di meno sulle fasce e sono ripartiti in maniera cinica e concreta“.

Può arrivare fino in fondo in Champions?

Per farlo deve ritrovare tutti i giocatori e avere la fortuna e la bravura di averli tutti in condizione“.

I più dicono che lo scontro che deciderà il campionato sarà Juventus-Napoli del prossimo 22 aprile. Sei d’accordo?

Credo che sia la Juve che il Napoli se la giocheranno fino all’ultimo. Visti i tanti impegni che ha la squadra di Allegri, la differenza la farà la rosa completa“.

Dei nuovi giocatori chi ti è piaciuto di più? 

Dico Douglas Costa e Bernardeschi: due grandi colpi“.

Altra questione ricorrente riguarda l’eventuale ritiro di Gianluigi Buffon. Dovrebbe giocare ancora o è il momento di smettere?

Sarà una sua decisione. Se riesce ad avere ancora entusiasmo e voglia di allenarsi è giusto che continui, e io me lo auguro“.

Passiamo adesso all’Udinese. Cosa ha portato di nuovo Oddo? Con lui dall’inizio si sarebbe potuto parlare di Europa League? 

Oddo è un giovane preparato e ha personalità. Prevedo che farà una grande carriera da allenatore. Per quanto riguarda il discorso Europa League, non ne ho idea: i se e i ma non mi hanno mai convinto“.

 

Domenica la favorita è la Juventus. Come dovrà giocare la squadra di Oddo per sperare in risultato positivo?

Contro questa Juve è dura. Per impensierirla, l’Udinese dovrà per forza disputare la gara perfetta“.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione dell’articolo è consentita previa citazione della fonte.

Resta Aggiornato, ti informeremo sulle ultime novità.


Previous Europa League, ore 21.05: Marsiglia show, lo Zenit se la cava
Next Serie A, Cagliari: Joao Pedro positivo all'antidoping !

About author

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.