ERIKSSON INZAGHI – Intervenuto in diretta Facebook con la giornalista Francesca Turco, Sven Goran Eriksson, allenatore della Lazio campione d’Italia del 2000, ha parlato del club biancoceleste: “La Lazio ha un grande futuro, gioca il miglior calcio d’Italia. Spero che potrà finire il campionato come si deve. Se si ripartisse, ha grandi possibilità di vincere lo scudetto. Gioca meglio di Juve e Inter. Il mio passato? Devo ringraziare per sempre i tifosi biancocelesti per come mi hanno trattato. Mi dispiace per come finita, ma il nostro viaggio è stato grande.

Ha poi aggiunto su Simone Inzaghi: “Non mi aspettavo che Inzaghi diventasse così bravo. Stesso discorso per Sergio Conceicao. Per quanto riguarda gli altri giocatori della mia Lazio, invece, mi aspettavo un futuro così. Avevo giocatori come Mancini, Veron, Mihajlovic che non accettavano di voler perdere. L’unico rimpianto è la sconfitta di Valencia in Champions League nella stagione dopo lo Scudetto.

ERIKSSON INZAGHI –  Infine, sulla sua carriera: “Dopo due anni alla Roma mi arrivò un’offerta della Juve: rifiutai. La mia Lazio è stata una delle più forti squadre al mondo. Non ho mai più allenato una formazione così. Unico errore fatto in carriera? Lasciare l’Europa. Andare in Messico ad allenare è stato uno sbaglio. Se vuoi restare nel grande calcio devi rimanere in Europa. In Cina invece, credo che diventeranno grandi, investono tantissimo. Sono il futuro.”

Articolo precedenteMarcelo Juventus: “Fa piacere essere accostato a loro, ma non lascio il Real”
Articolo successivoParatici calciomercato: “Sarà più creativo ed elastico”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui