EMPOLI INTERVISTA CUTRONE – Dopo le ultime esperienze difficili alla Fiorentina e al Valencia, Patrick Cutrone sta cercando di ritrovarsi ad Empoli.

L’attaccante ha parlato sulle colonne de “La Gazzetta dello Sport“: “All’Empoli ho detto subito di sì. Venivo da due annate complicate, avevo giocato poco e fatto fatica a mostrare quello che so fare – perché so che posso fare molto di più -, però questi due anni complicati mi hanno aiutato a crescere sotto tanti punti di vista. È in questi momenti che riesci a emergere più forte di prima. E ora sono felice di essere qui: voglio far bene per me e per l’Empoli. Tempo da recuperare? Non è mai tempo perso, tutto ciò che ti trovi a fare nella tua vita fa parte del tuo percorso, in un modo o nell’altro ti aiutano a crescere. Io sono maturato tantissimo, pian piano che vai avanti ci sono più aspettative, quindi dalle cose complicate sono più forte ancora e sono migliorato in tante cose. Per come sono fatto, non mollo mai: ogni occasione è d’oro per dimostrare quello che valgo. E sono più carico che mai“.

EMPOLI INTERVISTA CUTRONE

EMPOLI INTERVISTA CUTRONE – Prosegue: “Devo dire che sono stati due anni così così, che però probabilmente facevano parte del mio percorso di formazione. Però soprattutto, c’è il fatto che un ragazzo giovane deve giocare, deve poter mostrare le proprie qualità. Io non ho avuto la continuità di cui un attaccante ha bisogno. Ti capita di giocare due-tre partite poi basta. E in certi casi è mancata anche la fiducia“.

Poi: “In azzurro l’ho avuta, quella fiducia. In Under 21 mi sono sentito parte del gruppo e del progetto, è molto importante per un giocatore. Lì giocavo e segnavo. A Empoli è lo stesso: mi hanno fatto sentire dall’inizio la voglia di avermi con loro, ringrazio ancora il presidente e il direttore e tutto lo staff del mister che mi hanno voluto qui. Per me è solo un piacere. Farmi sentire così voluto bene mi dà proprio forza, so che contano su di me, io devo ripagare la loro fiducia. Era quello di cui avevo bisogno. Nazionale maggiore? Con calma. Prima devo far vedere qui chi sono. Il mio azzurro per cominciare è quello dell’Empoli“.

Articolo precedenteFiorentina, Kokorin: “Il Franchi pieno sarà straordinario. Ecco perché ho scelto la Viola”
Articolo successivoJuve parole Cherubini: “Vogliamo restare competitivi. Su Haaland…”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui