EL SHAARAWY – Stephan El Shaarawy  è intervenuto su Sky Sport in occasione della spazio #CasaSkySport. Queste alcune delle sue dichiarazioni:

Insieme al club ho cercato di trovare una soluzione: per questo virus il campionato è stato posticipato, non si sapeva fino a quando dovevamo stare fermi e io non volevo, con la Nazionale a marzo e poi l’Europeo. La mia priorità era la Nazionale. In questo momento sono un giocatore dello Shangai e devo pensare a fare il bene di questa squadra“.

Il giocatore più forte con il quale ha giocato:Ce ne sono stati diversi, Ibrahimovic al Milan e Francesco Totti, Mbappè“.

L’Italia: “Mi manca, è casa mia, mi mancano i miei genitori che non vedo da un pò“.

Gli allenatori:Allegri, Di Francesco e Spalletti? Mi hanno gestito a livello fisico e mentale, Allegri ha saputo dosarmi nel minutaggio per poi darmi più fiducia nel secondo anno. Lo stesso anche gli altri, mi hanno dato grande fiducia nei momenti giusti. Ad un giocatore è la cosa principale, il rapporto che si crea, le conversazioni che nascono credo siano di fondamentale importanza“.

Una domanda sul Milan:Tutti sanno che sono sempre milanista, quando sono andato via era il momento giusto per farlo“.

Sulla Cina:Shangai è una città molto internazionale, vivi moltissime realtà. I modi di vivere sono diversi, a livello lavorativo hanno senso di disciplina e rigore, sono molto seri”.

OLTRE A “EL SHAARAWY…”, LEGGI, ANCHE, AD ESEMPIO:

Grassani, Napoli: “Da oggi il club può tagliare gli stipendi”

Roma, riscatto Mkhitaryan. Il giocatore parla del suo futuro

Tottenham, Vertonghen: “Il mio futuro? Sono in fase di riflessione…”

Brescia, Balotelli: Galatasaray, ipotesi turca per l’attaccante

Coronavirus, Dani Alves: “Contro epidemia presidente dovrebbe dare l’esempio”

Coronavirus Calcio aggiornamenti continui: ecco cosa accade

Inter, Esposito: “Il mio idolo è Totti, ma vorrei diventare forte come Milito”

Articolo precedenteGrassani Napoli: “Da oggi il club può tagliare gli stipendi”
Articolo successivoGravina: “Priorità assoluta al valore della competizione sportiva”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui