Editoriale

DZEKO RINNOVA ROMA – In un’estate traumatica, scandita da mille polemiche, addii e incognite, ecco, all’improvviso, una certezza. Una certezza che, di colpo, fa sentire tutti a casa (parliamo, ovviamente, dei tifosi della Roma): Edin Dzeko resta alla Roma. Niente Inter quindi: il bosniaco ha deciso di rinnovare il suo contratto per altre tre stagioni e di restare nella capitale.

La Roma che verrà – È passato ormai un mese da quando il campionato è terminato. Per i tifosi romanisti è stato un giorno particolare, quel 26 maggio, perché ha sancito la fine della carriera di Daniele De Rossi con la maglia giallorossa. Nessuno, però, si sarebbe mai aspettato che quell’evento sarebbe stato l’inizio di una serie di vicissitudini che

COSA SIGNIFICA DECRETO CRESCITA – L’Italia si prepara a dare l’ingresso dal 29 giugno alla propria legge Beckham, un nuovo regime fiscale grazie al quale le società calcistiche si stanno già fregando le mani. Infatti, con l’entrata in vigore della nuova legge, i club di Serie A andrebbero incontro a un importante sconto di tassazione. L’aliquota del 43% di Irpef sarà calcolata solo sul 50% dell’imponibile.

NAPOLI SARRI TRADITORE – Nel primo pomeriggio di ieri, la Juventus ha ufficializzato l’approdo di Maurizio Sarri sulla panchina bianconera. Si è così conclusa una vera e propria telenovela sul nuovo allenatore della squadra torinese; tra chi ha indicato quasi sin da subito il tecnico toscano come successore di Massimiliano Allegri, e chi invece ha accostato Pep Guardiola. Tralasciando l’aspetto

De Rossi saluta Roma – 26 maggio, non una data troppo felice per chi tifa Roma. Senza rievocare fastidiosi ricordi, ci limitiamo a pensare a ieri. 26.05.19. Daniele De Rossi saluta Roma e la Roma, ma è solo un arrivederci, come ha detto lui stesso. Tornerà. Intanto però bisognerà abituarsi alla sua assenza visto che per 18 anni è stata

Dopo aver preso una squadra senza un gioco, prima della Coppa del Mondo del 2018, Tite agisce con incoerenza e ha la sfiducia del popolo Brasiliano.   COPPA AMERICA BRASILE – Neymar rimane capitano, anche dopo aver aggredito un tifoso. I tifosi contestano duramente questa nazionale “vecchia” che invece Tite vuole proporre per provare a vincere la Coppa America. Nonostante giochi

E ora ci siamo davvero, ne mancano solo due. Due gare e si chiuderà il sipario sulla stagione calcistica 2018-19 che sta regalando una lotta salvezza memorabile con 7 squadre in lotta per evitare l’ultimo posto che significa retrocessione. Con la Spal matematicamente salva e Chievo e Frosinone già in B, dal Cagliari in giù rischiano tutte, compresa la Fiorentina

Tre giornate alla fine e l’incertezza regna ancora sovrana per la corsa ad un piazzamento alla prossima Champions League. Col Napoli ormai matematicamente secondo, restano due posti per sei squadre, tutte raccolte in 8 punti. 270 minuti di fuoco. Vediamo come stanno le compagini coinvolte e quali partite devono affrontare da qui alla fine.   INTER 63 punti, 3^ posto

Era il 22 maggio 2011, si giocava Brescia – Fiorentina e quella fu l’ultima partita in Serie A delle Rondinelle. Il Brescia si schierava con Accardi in porta, Zebina, Bega e Zoboli in difesa, Baiocco e Filippini in mediana con Zambelli e Accardi sulle corsie esterne, Diamanti trequartista dietro alle punte Eder e Jonathas. L’allenatore era Beppe Iachini. Sono passati

La panchina di Massimiliano Allegri non è mai stata così in dubbio. L’ottavo Scudetto consecutivo certo è un merito, arrivato dominando dalla prima alla (non ancora) ultima giornata e vinto matematicamente ad aprile, ma probabilmente già chiuso tra febbraio e marzo. La sconfitta in Champions League però e la difficoltà a creare un gioco dominante sull’avversario, ha aperto alcune crepe