Cristovao Jovic: “Inadatto a giocare da unica punta, in Italia perfetto nell’Atalanta”- ESCLUSIVA EC

Cristovao Jovic: “Inadatto a giocare da unica punta, in Italia perfetto nell’Atalanta”- ESCLUSIVA EC

CRISTOVAO JOVIC – In attesa di sapere se la Serie A giungerà o meno a termine, da diverso tempo circolano le prime voci di calciomercato. Una di queste riguarda un possibile futuro in Italia di Luka Jovic, attaccante serbo in forza al Real Madrid.

Il suo nome è infatti accostato a Milan e Napoli. Con la “camiseta blanca” il giovane centravanti ha totalizzato 24 presenze e 2 gol, senza però brillare particolarmente. Nel biennio precedente, ottime erano state le due annate tedesche tra le fila dell’Eintracht Francoforte, con cui quasi dodici mesi fa aveva conquistato la semifinale di Europa League da assoluto protagonista.

CRISTOVAO JOVIC – Per parlare del ragazzo cresciuto nella Stella Rossa, “Europa Calcio” ha contattato Helder Cristovao, ex difensore di Benfica e PSG e attualmente tecnico degli slovacchi del DAC 1904. Quando guidava il Benfica B, uno dei suoi giocatori era proprio di Jovic.

Jovic con la maglia del Benfica.

Queste sono le sue parole rilasciate alla nostra redazione: “Ricordo Jovic come un ragazzo tatticamente intelligente e soprattutto molto abile dentro l’area, si muoveva in maniera semplice ma efficace. Era ancora giovanissimo, si vedeva che doveva prendere confidenza con un ambiente per lui tutto nuovo. E anche da un punto di vista mentale e di carattere era ancora acerbo: in Serbia giocava titolare a soli 17 anni e i giornali locali parlavano molto di lui. Al Benfica invece era diverso: era uno dei tanti giocatori che componevano la rosa, doveva quindi lavorare di più. Andando a Francoforte ha cambiato la mentalità, come lui stesso ha detto in passato. Ora è molto più maturo“.

La sua stagione al Real non è stata molto positiva. Secondo lei per quale motivo?

Sono più di dieci anni che il Real gioca con Benzema unica punta. E parliamo di un grandissimo attaccante, basta vedere quanti gol segna ogni stagione. Lì per ogni attaccante sarebbe difficile imporsi. Jovic rende molto meglio quando gioca assieme a un altro compagno di reparto, come in un 3-5-2 o un 4-4-2, da unica punta ha numerose difficoltà. Credo infatti che se andasse al Milan, non giocherebbe molto per via della presenza di Ibrahimovic. Se quest’ultimo dovesse restare, Luka troverebbe molto poco spazio, ma questo credo che anche la dirigenza del Milan lo sappia. Stesso discorso per quanto riguarda il Napoli. In più, va anche detto che le squadre italiane sono molto difensiviste, e lui è un giocatore molto più propenso ad attaccare che al sacrificarsi lontano dalla porta“.

C’è quindi una squadra italiana in cui lo vedrebbe bene?

Sarebbe perfetto per l’Atalanta. E’ vero che Zapata è l’unica punta centrale, ma gioca vicino a due seconde punte eccezionali come Ilicic e il Papu Gomez. Si sposerebbe a meraviglia con il gioco di Gasperini“.

Jovic le ricorda un giocatore in particolare?

E’ molto simile al Kun Aguero, con quest’ultimo che ha chiaramente più esperienza. Ma come forza fisica e movimenti in area sono molto simili. Ma Jovic deve chiaramente crescere ancora molto“.

FONTE IMMAGINE COPERTINA: www.slbenfica.pt

 

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione dell’articolo è consentita previa citazione della fonte EUROPACALCIO.

Resta aggiornato. Ti invieremo una mail solo per le novità


Non ti preoccupare niente SPAM , lo odiamo quanto te.


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/europac3/public_html/wp-content/themes/trendyblog-theme/includes/single/post-tags-categories.php on line 7

About author

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply