E’ però rimasta la causa civile in ballo. La modella continuava a sostenere il pagamento di 375mila dollari per un patteggiamento, con tanto di accordi di riservatezza dopo le prime accuse di molestie sessuali. E la notizia è che TMZ conferma le cifre raccontate dalla Mayorga. Per gli avvocati del campione juventino, non c’erano indizi sul fatto che la donna non fosse pienamente consapevole di quanto stava facendo. Come raccolto da Open, i legali erano stati abbastanza chiari: “Nell’accordo si indicava chiaramente che Ronaldo contestava le accuse di Mayorga e non ammetteva di averla ferita. L’accordo stabiliva invece che Ronaldo aveva accettato di pagare Mayorga una somma di denaro per mantenere la segretezza della loro disputa”.

DAL 2010 – L’accordo, stipulato nel 2010, è oggi uscito allo scoperto grazie al lavoro del portale americano. Dalla parte di Cristiano c’è anche la prima confessione della ragazza: il giorno della denuncia, Mayorga non identificò il giocatore come il suo aggressore. I detective non poterono così seguire i protocolli di investigazione per un caso di abuso sessuale.