Crisi Lazio – Triplice fischio all’Olimpico, il Sassuolo batte la Lazio 2-1. L’ennesimo ottimo risultato per i neroverdi e la terza sconfitta consecutiva per la squadra di Inzaghi. Da quando è ripreso il campionato, i biancocelesti sembrano aver perso la propria forza. Prima la sconfitta, in rimonta, contro l’Atalanta che però sembra non essersi mai fermata. Poi la vittoria contro la Fiorentina e il Torino hanno riacceso la speranza scudetto.

Da lì, però, il buio totale. Milan, Lecce e Sassuolo hanno condannato la Lazio a chiedersi se è ancora possibile ambire per il titolo. La Juventus, protagonista di una mini fuga, è stata fermata da un ottimo Milan e questa sera affronterà l’Atalanta di Gasperini. Ma anche se i bianconeri non dovessero raccogliere punti preziosi, Inzaghi deve riuscire a dare una svolta.

E adesso bisogna guardarsi le spalle. Perchè se l’Atalanta riuscirà a vincere contro la Juventus, supererà la Lazio raggiungendo il secondo posto. I giocatori sembrano non avere più chiaro l’obiettivo scudetto. Lulic, in un’intervista di qualche giorno fa, ha dichiarato che lo scudetto non è mai stato un obiettivo. Ma questa non è la verità.

Crisi Lazio – Fino a poco prima del lockdown, infatti, la forma fisica e la grinta della Lazio hanno spaventato anche la Juventus. Che dopo tanto tempo si è trovata a dover competere con un avversario all’altezza. Uno, due punti. Questa era la distanza in classifica. Oggi, invece, la Juventus è a sette punti di distanza. E anche il secondo posto non sembra più una certezza.

Senza dimenticare che, nonostante il momento negativo, anche l’Inter di Antonio Conte è proprio lì. A soli tre punti dalla squadra di Inzaghi.

Articolo precedenteCovid19, un tesserato del Parma positivo: non è un calciatore
Articolo successivoNapoli Osimhen, l’attaccante potrebbe cambiare agenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui