Valencia Presidente– In questi ultimi giorni sono molti i casi di positività al virus nel mondo del calcio. L’emergenza sanitaria, ormai diventata mondiale, ha costretto la UEFA a rinviare gli Europei in programma a giugno e luglio. Tra le società colpite dal Coronavirus, vi è il Valencia. Gli spagnoli, in un comunicato emanato nella giornata di ieri, ha accusato di essere scesi in campo in una gara a rischio contro l’Atalanta. Oggi, a parlare è il Presidente del Valencia Anil Murthy alla CNA. Di seguito le dichiarazioni riportate da alfredopedulla.com

“Abbiamo preso precauzioni fin da febbraio, cercando di garantire la massima sicurezza di tutti. Siamo stati i primi a imporre misure di isolamento per giocatori e staff tecnico. Nonostante le critiche di tifosi, stampa e istituzioni, abbiamo vietato conferenze, accesso agli allenamenti. Una mossa che a febbraio sembrava impopolare, ma era la decisione giusta. Quarantena significa restare a casa e seguire un piano di lavoro e una dieta specifici. I nostri medici effettuano visite quotidiane a casa per controlli e test di rilevamento”.

Valencia Presidente – E sui tanti casi dice:

“I tanti casi di positività non ci sorprendono e non allarmano. Siamo preoccupati, ma nessuno accusa sintomi. Stanno tutti bene, ho spiegato loro che è una situazione normale”.

Articolo precedenteJuventus anche Blaise Matuidi è positivo al Coronavirus
Articolo successivoCassano a Pardo: “Ilicic fenomeno. Luis Alberto trascinatore della Lazio”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui