COPPA ITALIA MILAN GENOA Fatica più del previsto il Milan per superare il Genoa in Coppa Italia agli ottavi di finale. Servono i tempi supplementari per i rossoneri per superare il Grifone per 3 a 1.

Primo tempo opaco per il Milan incapace di tirare in porta, buon Genoa messo in campo che passa meritatamente in vantaggio con un colpo di testa di Ostigard su calcio d’angolo. Portanova si divora poi il gol del 2 a 0 da pochi passi.

COPPA ITALIA MILAN GENOA Nella ripresa Pioli cambia gli interpreti per recuperare la gara, dentro Leao, Diaz e Bakaioko al posto di Rebvic, Maldini e Krunic. Il Milan acquisisce metri, il Genoa sfiora ancora il bis ancora con Portanova ma è il Milan ad accorciare le distanza con un colpo di testa di Giroud. Il Genoa si difende e no riesce più a rendersi pericoloso.

COPPA ITALIA MILAN GENOA Si va ai supplementari, Leao prova a crossare quasi da fondo campo ma trova una carambola vincente che si infila in rete con l’aiuto del palo. Ostigard sfiora sfiora poi il clamoroso pareggio con una conclusione da fuori area, ma ci pensa poi Saelemaekers a mettere in cassaforte la partita.

Nonostante la sconfitta il Genoa ha disputato una buona partita, la migliore da quando siede Shevchenko in panchina.

COPPA ITALIA MILAN GENOA Milan che passa dunque il turno in rimonta in attesa di conoscere il risultato di Lazio Udinese in programma la prossima settimana.
Ore decisive per Shevchenko il cui destino sembra segnato.

Dovrebbe essere pronto già per la partita contro la Fiorentina Bruno Labbadia, 56 anni, ex allenatore di Bayer Leverkusen, Amburgo e Stoccarda ed abituato a subentrare in corsa con buoni risultati.

 

LEGGI ANCHE:

Articolo precedenteNapoli, Giuntoli: “Mertens? Ne parleremo. Ora pensiamo al presente”
Articolo successivoFiorentina, Commisso: “Vlahovic è cresciuto qui, sia riconoscente”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui