La prima semifinale di Coppa Italia finisce 0-0 anche se ai punti la Lazio avrebbe meritato qualcosina in più rispetto al Milan. Gattuso lo sa e lo conferma anche se non butta via la prestazione della sua squadra. Ecco le parole del tecnico rossonero nel post partita ai microfoni di Rai Sport.

Sulla gara: “A livello qualitativo è stato passo indietro ma sapevamo che si giocava sui 180 minuti. La Lazio ci ha aspettato e ha giocato sui nostri errori, abbiamo sbagliato tanto ma era la partita che dovevamo fare. La Lazio è una squadra molto fisica che porta 4-5 giocatori in area e ti crea dei grattacapi. Abbiamo palleggiato in maniera non corretta e abbiamo preso troppe ripartenze. Comunque non sono d’accordo sul fatto che la Lazio non fosse in salute, loro sono forti, sono sempre in salute. Mi tengo stretto questo pareggio anche se potevamo fare meglio”.

Sulle scelte: “Oggi abbiamo cercato di far riposare Calhanoglu almeno in parte. Dovevamo fare meglio ma abbiamo provato anche a cambiare qualcosa, Laxalt e Borini sono giocatori meno tecnici che giocano più sui binari esterni. Laxalt non fa il giro palla di Rodríguez ma va bene così, solamente così la squadra cresce”.

Sul suo lavoro: “Io allenatore dell’anno? Ma no, la fortuna degli allenatori sono i giocatori. Ho avuto la fortuna di trovare un gruppo di giocatori giovani che segue me e il mio staff con grande entusiasmo”.

 

 

 

 

Articolo precedenteCoppa Italia, Lazio – Milan 0-0, Inzaghi: “Mancato solo il gol, ora testa al derby”
Articolo successivoPremier League: Bene l’Everton in trasferta, tre punti per Newcastle e Leicester

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui